Immaginate di poter vedere l’energia che ci circonda…

Immaginate di essere in riva al mare in una giornata di sole di primavera e di socchiudere gli occhi fino a lasciare appena un piccolo spiraglio…

Immaginate di essere in riva al mare in una giornata di sole di
primavera e di socchiudere gli occhi fino a lasciare appena un
piccolo spiraglio per guardare i riflessi del sole sulla superficie
dell’acqua mossa dal vento. Potrete vedere centinaia, migliaia di
piccole “stelline”, che sembrano esplodere in un guizzo di gioia a
ogni istante, per poi ricrearsi in quello successivo.
Forse poi, spostando lo sguardo dalla superficie del mare al cielo,
soprattutto se c’è vento, potrete cogliere qualcosa di
simile anche nell’aria: come piccoli lampi di luce che riempiono il
cielo azzurro.

Immaginate di chiudere gli occhi e di restare in ascolto, dopo
esservi calmati e concentrati portando la vostra attenzione al
respiro; potrete forse allora, a un certo punto, avere la
sensazione che tutto l’ambiente attorno a voi continui a essere
permeato di quel vibrare e pulsare. E, se rimarrete a occhi chiusi
abbastanza a lungo, potrete forse percepire come se anche il vostro
corpo, perdendo in parte la solidità e la forma che siamo
soliti attribuirgli, partecipasse a questa sorta di danza
dell’Universo che ci circonda.

Ecco che allora i nostri confini con il mondo esterno divengono
meno certi, o forse si dissolvono del tutto. Finché possiamo
giungere a non percepirci più come entità distinta
dall’ambiente che ci circonda e tutto prende a pulsare, frizzare e
danzare.
C’è danza senza nessun danzatore.

Questo è sperimentare in modo diretto e concreto ciò
che i cinesi antichi hanno chiamato Qi.
La parte inferiore dell’ideogramma è lo scintillio che
vediamo riflettersi sull’acqua grazie al brillare del sole:
è l’esplosione della vita che, affinché non divenga
distruttiva, necessita di un contenimento, che gli è dato
dalla parte inferiore destra dell’ideogramma, grazie alla quale la
potenziale esplosione diviene movimento.
Ecco i due aspetti della vita: il movimento e il suo
contenimento.

Franco Bottalo

Articoli correlati

Questo è il modo in cui noi di LifeGate, vogliamo regalare momenti di benessere personale, aumentare la consapevolezza e restare vicini, anche da casa.

Avvicinarsi allo yoga è l’inizio di un viaggio

Sembrano solo due ore in palestra ma non è così. Con le sue origini che si perdono nella notte dei tempi, lo yoga è un sistema filosofico che può migliorare la vita. L’editoriale di Giulia Borioli, presidente di YogaFestival.