Week ender

Terre di Mezzo, 2005 

Una preziosa guida di turismo responsabile alla scoperta di
un?Italia ancora poco nota, fatta di luoghi bellissimi, minacciati
dallo spopolamento, dove associazioni, cooperative e gruppi di
cittadini si impegnano per mantenere vive identità e
tradizioni, creando occasioni di lavoro e di incontro per
promuovere e valorizzare le culture locali, la salvaguardia
dell?ambiente e un?economia di giustizia.

Una guida che mette di buon umore, che stimola e gratifica la
curiosità di quanti intendono il viaggio, per breve che sia,
come occasione di scambio e di conoscenza.

Le 40 proposte per week-end o vacanze brevi sono suddivise in 3
capitoli: ?week end responsabili nelle
città
?, ?borghi e valli?,
?accoglienza solidale?.

· Week end responsabili nelle
città
. Bologna, Ferrara, Genova, Milano, Napoli,
Treviso, Trieste, Venezia? 8 percorsi che accanto ai monumenti di
interesse turistico propongono momenti di incontro con la
società civile, l?associazionismo e le cooperative impegnate
sul territorio.
· Borghi e valli guida alla riscoperta
delle radici storiche e culturali del paesaggio italiano:
l?Aspromonte e la sua rete di ospitalità presso le famiglie,
l?Appennino emiliano raccontato attraverso le storie e la memoria
degli anziani, l?ospitalità e la pesca all?alba nelle case
dei pescatori delle Egadi, la Sicilia dell?Associazione ?Libera?,
che restituisce dignità e lavoro nelle terre confiscate alla
mafia?
· Accoglienza solidale. L?esperienza di
essere ospiti di comunità rurali che hanno scelto la
campagna per sperimentare nuovi modelli di convivenza e
partecipazione, che vivono e sentono la centralità del
territorio per l’oggi e per il futuro.

Ogni scheda riporta il programma, il profilo dell?associazione,
i progetti in corso e tutte le informazioni pratiche (prezzi,
indicazioni per come arrivare, dove alloggiare ecc.).

Laura Vascellari

Articoli correlati
Guerra agli umani

“Sulla Terra, tutte le forme di vita collaborano alla conservazione dell?ambiente. Tutte tranne una: gli Umani. La loro principale attività è distruggere il Pianeta. Tale comportamento ha una sola spiegazione: gli Umani non fanno parte di questo mondo. Nel DNA della specie c?è qualcosa di alieno. Siamo il frutto della violenza di alcuni extraterrestri sulle