“Se prima ero un Dj che  portava i dischi della nuova musica in Italia, ora sono un selector: seleziono ciò che ha sostanza nella infinita,  disorientante proposta del web. La radio ha iniziato nelle piazze del paese, è ora di portarla nelle nuove piazze , i nuovi luoghi che il web offre”.

Prende forma così uno degli esperimenti più ambiziosi della storia della radio italiana. Un programma che nasce sul web e trova una cassa di amplificazione, verso l’etere.

Casa Bertallot è un luogo, una casa, uno studio e un programma. È un format nuovo, rivoluzionario e crossmediale, lontano dalla radio come l’abbiamo conosciuta e che guarda al futuro, alle nuove tecnologie, a nuove modalità di interazione con il pubblico. Un nuovo modello, per uscire dagli stereotipi delle radio, dai ghetti, dai meccanismi di costrizione.

Alessio Bertallot, cantante degli Aeroplanitaliani, giornalista, collaboratore di varie testate, Dj e conduttore radiofonico, è uno dei personaggi più famosi e autorevoli, oltre che voce inconfondibile, della radiofonia italiana.  Il suo lavoro è sempre stato improntato alla ricerca di nuovi suoni e di nuovi modi per creare il contatto con il pubblico attraverso gli strumenti digitali di condivisione. È uno dei pochissimi selector liberi e anticonvenzionali sul territorio nazionale.

“Scelgo i dischi dalla grande borsa della musica elettronica, nata dalla cultura hip-hop e l’avvento dei nuovi strumenti dagli anni ’70. Ne cerco i legami con la storia e la cronaca; dal jazz alla musica dance. Provo a raccontare ciò che oggi avviene all’estero e sfiora il nostro Paese, ma soprattutto spero di scorgere e condividere bellezza”.