dal 11 Gennaio al 1 Gennaio
Via Bergognone, 34, 20144 Milano MI, Italy

Il settore moda è sempre più attento al Pianeta: lo dimostra WSM Fashion reboot, il primo salone interamente dedicato al fashion design e all’innovazione sostenibile che si svolgerà a Milano l’11 e il 12 gennaio 2020, in occasione della fashion week dedicata alla moda uomo. Al Base di zona Tortona, cuore della fashion week, ci saranno due giorni intensi di dibattiti, workshop ed esposizioni di tessuti e modelli innovativi per affrontare, insieme a grandi marchi del settore, startup nascenti, buyer e università, il tema del difficile rapporto tra moda e ambiente.

L’evento è l’edizione sostenibile di White Milano, uno dei più importanti appuntamenti delle fashion week milanesi, e nasce dalla sinergia tra White, Camera nazionale della moda, CBI Camera buyer Italia, che insieme a Confartigianato imprese intendono lanciare un nuovo paradigma della moda, ed è realizzato col supporto del MISE (Ministero dello sviluppo economico) e di ICE-Agenzia (Istituto nazionale per il commercio estero) ed il patrocinio del Comune di Milano.

Il format di WSM Fashion reboot

Sustainable thinking

Al piano terra del Base, i visitatori potranno apprezzare Sustainable thinking, la mostra organizzata da Museo Salvatore Ferragamo e Fondazione Ferragamo che racconta in che modo il brand stia affrontando il tema della sostenibilità ambientale nella scelta dei materiali e nel processo produttivo. Da sempre, il marchio ha una innata passione per la sperimentazione coi materiali più “poveri” – come carta, corteccia d’albero, rafia e molto altro – per la realizzazione delle scarpe. A dimostrazione che ogni materiale, anche il più modesto, può rivelarsi adatto anche all’industria del lusso, quando intervengono creatività, innovazione e capacità tecniche.

Grandi marchi e startup, insieme

Il salone prosegue poi con le esposizioni di tessuti e modelli sostenibili di grandi marchi e piccole, ma molto promettenti, startup del settore. Gli stand saranno tutti uguali nelle dimensioni sia per i grandi brand, sia per le venti startup: obiettivo degli organizzatori è quello di non penalizzare nessuno, in particolare le realtà più piccole, mettendo invece in evidenza intuizioni, idee e soluzioni sostenibili.

Tavole rotonde, workshop e premiazioni

In contemporanea, sia sabato che domenica si svolgeranno tavole rotonde e workshop che affronteranno diversi argomenti: il rapporto tra moda e acqua, tra moda e sostanze chimiche, tra moda e combustibili fossili, tra moda ed economia circolare. Durante tutto il weekend si svolgerà anche #FashionForPlanet, iniziativa rivolta soprattutto ai buyer che ha l’obiettivo di mettere in contatto marchi virtuosi e fornitori, sensibilizzando questi ultimi al tema della sostenibilità. Sono previsti due panel oltre a un’opera digitale di Felice Limosani e narrata dall’attore Alessandro Preziosi, che da una prospettiva artistica invita a una riflessione su tematiche ambientali. Sabato 11, inoltre, durante l’evento WSM smart contest, saranno premiate due delle venti sartup presenti per il miglior prodotto e il miglior servizio. A seguire, si svolgerà la presentazione del libro “Fashion Industry 2030” con Francesca Romana Rinaldi, docente della Bocconi, Matteo Marzotto, Presidente di Dondup e Matteo Ward, co-fondatore e CEO di Wråd. A questo link, il programma completo degli eventi.

Interaction hub

Uno degli obiettivi di WSM Fashion reboot è anche quello di favorire la formazione di giovani interessati alla moda sostenibile. Ecco perché all’interno del salone è stato organizzato dalla School of management del Politecnico di Milano un Interaction hub, un un evento open day per presentare i corsi undergraduate e master sulla sostenibilità, proposti da dieci prestigiose istituzioni accademiche italiane e internazionali, a partire da una prospettiva multidisciplinare.

Info

Il salone WSM Fashion reboot si svolgerà l’11 e 12 gennaio dalle 10 alle 18 al Base di via Bergognone 34, a Milano; è a ingresso libero, previa registrazione a questo link.