Negin Khpalwak dirige un ensemble sinfonico di sole donne in un Paese dove il regime talebano vieta di suonare qualsiasi strumento musicale a chiunque, figuriamoci a una donna.