Intervista ai Portico Quartet

Intervista ai Portico Quartet

Il quartetto londinese Portico Quartet è formato da quattro giovani musicisti che suonavano per le strade di Londra e che propongono una musica sospesa tra jazz minimalista, elettronica e influssi ritmici africani. Nel 2007, con il loro album di debutto “Knee Deep in the North Sea”, sono riusciti ad attirare l’attenzione dei più illustri critici musicali

Kruder and Dorfmeister

Kruder and Dorfmeister

Lo storico duo austriaco Kruder and Dorfmeister, definito padre del movimento downbeat-chill out grazie ai due album seminali “G-Stoned” (1996) e “K&D Sessions” (1998), hanno da poco pubblicato “Sixteen F**king Years of G-Stone Recordings”, una doppia compilation per festeggiare i sedici anni di attività della loro label discografica G-Stone (che vede nel roster Peace Orchestra, Tosca,

Mauro Pagani e “La città aromatica”

Mauro Pagani e “La città aromatica”

Mauro Pagani: musicista, autore e produttore, il suo nome è da sempre simbolo di musica di qualità, contaminazione e sensibilità artistica in un’ottica di totale apertura verso la cultura ed il nuovo. In occasione della conferenza stampa di presentazione del festival gli abbiamo rivolto qualche domanda. Il festival da lei diretto propone progetti di qualità

Rock Files: Roberta Di Lorenzo

Rock Files: Roberta Di Lorenzo

L’artista Roberta Di Lorenzo è tanto unica da coinvolgere nella sua avventura uno che ha scritto pagine indimenticabili della storia della canzone italiana, Eugenio Finardi, produttore de L’occhio Della Luna per la sua etichetta EF Sounds. Ascolta

Life in Blues: incontro con Alex Britti

Life in Blues: incontro con Alex Britti

Intervista ad Alex Britti   “Io fondamentalmente sono sempre stato un cantautore, solo che delle canzoni che scrivevo non gliene fregava niente a nessuno, mentre per suonare la chitarra mi pagavano”, questo ricorda Alex Britti, che inizia la carriera vent’anni fa come bluesman al Big Mama di Roma con Roberto Ciotti e in questo periodo

Pink Martini: la fantasia al potere

Pink Martini: la fantasia al potere

La loro musica probabilmente è più conosciuta del loro nome; ancor meno noti sono i loro volti, e sì che all’eleganza (ovviamente vintage) ci tengono! Sembrano molto più un’orchestra latina, che una band americana. Cantano in più lingue: inglese, francese, spagnolo, russo, serbo-croato, perfino giapponese. E anche in italiano la pronuncia della cantante, China Forbes,

Je m’appelle Jane Birkin

Je m’appelle Jane Birkin

Intervista a Jane Birkin   Come sono nate le collaborazioni e le canzoni di “Rendez-Vous”? Il disco è stato messo insieme da Jean-Cristophe Thiefine, che è stato il mio direttore artistico per il disco. Non ha trovato lui tutte le persone, ma ha trovato le idee. Mentre facevo il disco Arabesque, la Capitol mi ha

Le piccole iene degli Afterhours

Le piccole iene degli Afterhours

Chi sono queste piccole iene? “Ballate per piccole iene” è un album che ha a che fare con la presa di coscienza dell’esistenza della mediocrità. Le iene mi sembravano gli animali più vicini a quello che avevo in mente: persone che fanno tutto solo per convenienza ma in realtà sono fintamente felici, ridono in modo

Incontro con Raiz, la voce degli Almamegretta

Incontro con Raiz, la voce degli Almamegretta

Come facciamo spesso in radio, togliamo le domande e lasciamo le risposte. Parla Raiz.   Quando faccio Raiz in qualche modo vesto un carattere perché in realtà io non sono così; cioè lui è una cosa che ho costruito e che mostro alla gente, e appunto è Raiz. Cioè ha un nome che non è