Jerry Lee Lewis: scandalo, niente tour e carriera rovinata

Lo chiamano The Killer, ma il suo vero nome è Jerry Lee Lewis. L’artista è in Inghilterra per un tour e porta con sé la moglie… sua cugina di 13 anni.

Jerry Lee Lewis arriva in Inghilterra il 22 maggio 1958. Lo chiamano The Killer per il suo modo energico, sfrontato e selvaggio di suonare il pianoforte ed è a tutti gli effetti uno dei padri del rock’n’roll. L’artista è lì per un tour di 37 concerti.

 

 

Insieme a lui c’è anche la moglie Myra Gale Brown. Che però non è semplicemente la moglie.

Myra è infatti sua cugina di terzo grado e ha 13 anni. Ma non è finita qui.

Questo sarebbe il terzo matrimonio per Jerry Lee Lewis, celebrato tra l’altro senza aver ottenuto il divorzio dalla seconda moglie.

La stampa non è lì per fare domande di tipo musicale, ma è più incuriosita da tutte le vicende personali del Killer. Lui stesso proverà ad affermare dinanzi ai giornalisti che Myra di anni ne ha 15 anziché 13, mentre la ragazzina spiegherà che in America è normale sposarsi con un cugino, anche eventualmente all’età di 10 anni, purché si trovi quello giusto.

 

Con queste premesse, due giorni dopo inizia il tour inglese per Jerry Lee Lewis. Le prevendite erano andate bene, ma le sale sono semivuote. E il pubblico non sembra gradire particolarmente la performance del Killer, più per le sue vicende extramusicali che per altri motivi.  I 25 minuti di show vengono accolti tra silenzio e disapprovazione. La data del 26 maggio al Tooting Granada di Londra sarà però quella del disastro conclamato e definitivo. “Avete l’aria parecchio moscia” dice Jerry Lee Lewis rivolgendosi al pubblico. E non contento aggiunge: “Io sono vivo e vegeto e spero che voi non siate morti come sembrate”. Risultato: le altre 34 date previste in Inghilterra vengono annullate dalla società organizzatrice della tournée per evitare “danni irreparabili al mondo dello spettacolo britannico”. Il giorno dopo il Killer e la moglie bambina tornano già a casa. E le polemiche continueranno…

 

Leonardo Follieri

Articoli correlati