Coachella pronto al lancio di Twitter Music

Coachella Festival al via, fra applicazioni musicali, dirette streaming e tanti, tantissimi artisti.

Questo week-end ospiterà la prima parte di uno degli eventi
musicali più attesi dell’anno: il Festival di
Coachella
. Arrivato alla sua quattordicesima edizione,
il festival californiano è diventato il punto di riferimento
della musica internazionale, non fosse altro per il fatto che apre
la stagione dei grandi eventi musicali all’aperto di tutto il
mondo. Quest’anno si svolgerà nei due fine settimana del
12-14 e del 19-21 aprile. Gli
ospiti attesi sono tantissimi: tra gli altri troviamo Alt-J, Bat
for Lashes, Band of Horses, Blur, Cloud Nothings, Four Tet, James
Blake, Jamie Jones, Major Lazer, Nick Cave & The Bad Seeds,
Sigur Ros, Tame Impala, The Stone Roses…

Oltre a ospitare praticamente tutti gli artisti “dell’anno”, col
tempo Coachella è diventato un vero e proprio concentrato di
fonti di ispirazione e anche quest’anno vi si potranno trovare in
anteprima nuove tendenze, musicali e non. E infatti, in occasione
del festival, verrà lanciata Twitter Music,
la nuova applicazione musicale di Twitter. Poche ore fa è
stata diramata, tramite un comunicato della stessa azienda di
Jack Dorsey, la notizia dell’acquisizione
definitiva di We Are Hunted da
parte di Twitter. Fondata nel 2009, la start-up californiana
permette di tracciare l’andamento dei brani più popolari su
web e sui social media ed è quindi in grado di creare
playlist dinamiche che riflettono ciò di cui gli utenti
stanno parlando in rete o ciò che stanno ascoltando in
streaming on-line.

We Are Hunted è sempre stata orientata verso la musica
emergente e anche l’app musicale di Twitter dovrebbe andare in
questa direzione. In particolare, Twitter Music dovrebbe proporre
agli utenti musica scelta in base a following, followers e trending
topic, appoggiandosi per l’ascolto a canali terzi come
Vevo e Soundcloud, con cui il
social network sta stringendo accordi. Pare che la musica stia,
dunque, per riconquistare la rete: dopo il boom di
Spotify e il
suo lancio in Italia
, dopo l’annuncio di
Google e Apple pronte a
sviluppare servizi simili, arriva oggi la conferma di Twitter. E’
solo questione di ore.

Articoli correlati