dal 13 novembre al 14 novembre
Corriere.it
Evento digitale

Un grande appuntamento in streaming, per raccontare i progetti, gli impegni, le campagne istituzionali, le sfide e gli ideali portati avanti da Coop in questi anni e per il futuro. Un totale di tre ore di live, per raccontare l’oggi e soprattutto il domani, condividendo esperienze e idee “per cambiare il mondo”.

Questa l’idea dietro al format Cosa sarà, il primo streameeting (gioco di parole per indicare un appuntamento in streaming) di Coop, che il 13 e 14 novembre darà voce a esperti, artisti e persone comuni, su temi di portata universale, cari all’insegna e di grande attualità.

Quattro macrotemi – aria, acqua, terra e fuoco – articoleranno le due puntate che, a partire dalle ore 19:00 di venerdì e sabato, andranno online su Corriere.it e Coop, dando la possibilità al pubblico di partecipare attivamente in diretta, anche attraverso i social, e di rivedere l’evento anche nei giorni seguenti.

I luoghi dello streameeting

Centro nevralgico dell’evento sarà il teatro Duse di Bologna, dove i giornalisti Tommaso Labate e Natasha Lusenti, insieme  alla resident band dei Ridillo, coordineranno collegamenti e interviste con ospiti dislocati in diverse città e dando voce alle persone comuni, attraverso sondaggi e testimonianze.

Un’unica grande piazza virtuale metterà in collegamento Bologna con Torino, Monza e Firenze. A Torino, entreremo nel negozio e bistrot Fiorfood Coop, dove si approfondirà il tema delle filiere, del rapporto con il territorio, il cibo e la tavola. A Monza si affronteranno i temi dell’inclusione e della diversità, in un collegamento allestito presso il nuovo supermercato autism friendly,  primo in Italia nato in collaborazione con associazioni di familiari di persone autistiche. A Firenze, presso la sede di Unicoop Firenze, in pieno centro cittadino si parlerà di acqua e aria. Mentre a Bologna potremo approfondire due interessanti iniziative di Coop Alleanza 3.0. La prima legata a un progetto di rigenerazione urbana, che ha permesso di ricavare una scuola di cucina, un centro culturale e un laboratorio teatrale (Cantieri Meticci) dalla riduzione degli spazi di un supermercato; e la seconda descritta come una sorta di “sfida etica al delivery” con l’adesione della cooperativa alla prima piattaforma di consegne alternative ai leader della gig economy (modello economico basato sul lavoro a chiamata).

Pif
Tra gli ospiti dell’evento anche Pif, che interverrà sul tema dei diritti dei lavoratori agricoli

Cosa sarà, gli ospiti dell’evento

Per animare questo grande evento web, Coop coinvolgerà ospiti e volti noti, come Pif, che interverrà sul tema dei diritti dei lavoratori agricoli (nella parte dedicata alla terra) e l’oceanografa Maria Sole Bianco, che proporrà il monologo “lettera d’amore agli oceani”. Sullo stato delle nostre acque interverranno anche Maura Latini, amministratore delegato di Coop Italia, e Simone Molteni, direttore scientifico di LifeGate, che parleranno del problema della plastica nei mari e del progetto PlasticLess, portato avanti in sinergia in questi mesi. A documentare il tema anche l’esploratore Alex Bellini, con il racconto delle sue avventure tra fiumi e oceani.

Altri ospiti saranno lo scrittore Stefano Liberti e l’attore e comico Alessandro Bergonzoni e ad accompagnare il live saranno anche l’arte dei fumettisti Sergio Staino e Makkox, la musica dei Ridillo e le performance de Lo Stato Sociale e di Ron, che riadatterà la canzone che dà il titolo all’evento.

Lo stato sociale
L’evento sarà arricchito anche dalle performance musicali de Lo stato sociale, oltre che di Ron e della resident band dei Ridillo © Giuseppe Palmisano

Maura Latini, “Un format per proiettarci insieme in un futuro più sostenibile”

Questo grande evento online prende le mosse da una presa di coscienza. “La pandemia ci ha costretto a riflettere anche sulle nostre modalità di comunicazione”, spiega Maura Latini, che ricorda un’altra iniziativa nata durante il primo lockdown di marzo. Allora l’insegna aveva lanciato A casa con Coop, un comfort kit pensato per tenere compagnia alle persone costrette a casa, spesso in solitudine, e che offriva servizi di informazione, intrattenimento e fitness. A prendere il testimone ora è questo nuovo format, pensato per il web.

Ora ci affidiamo all’online per trasmettere riflessioni e pensieri dal mondo Coop, uniti a quelli di tante comunità di persone a cui ci sentiamo vicini, proiettandoci verso un nuovo modo di operare e di essere dove la sostenibilità, quindi il futuro, è la parola chiave”.

Maura Latini, ad Coop Italia

Non solo. Questo format, nelle intenzioni degli organizzatori, è pensato anche per dare visibilità e linfa a luoghi che in questo momento sono chiusi al pubblico a causa della pandemia, come il teatro Duse a Bologna o lo spazio bistrot di Fiorfood a Torino. Prosegue Maura Latini: “Ci piace pensare che nel nostro piccolo aiutiamo a far rinascere anche queste realtà, come tante altre speriamo torneranno a vivere presto nella quotidianità”.

Articolo sponsorizzato