dal 27 ottobre al 28 ottobre
Milano
Largo Mahler
Orchestra sinfonica di Milano
Concerto

In seguito al nuovo DPCM del 25 ottobre 2020 le attività della Fondazione sono sospese fino al 24 novembre. La biglietteria sarà attiva dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14 ed è disponibile a rispondere alle domande del pubblico (02-83389401/[email protected]). La Fondazione si riserva di dare notizia di eventuali ulteriori variazioni attraverso i propri abituali canali di comunicazione.

 

Martedì 27 e mercoledì 28 ottobre alle ore 20:00, all’Auditorium di Milano, torna Musica & Scienza, la rassegna multidisciplinare dell’orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi (laVerdi) giunta alla sua seconda edizione. Un ciclo di incontri che vede la musica colta in dialogo con le discipline scientifiche, dalla psicanalisi all’astrofisica, in un tentativo di ricerca di analogie, similarità, principi che ricorrono e che ci possono aiutare a decifrare meglio la realtà in cui viviamo.

Simone Iovenitti e Ruben Jais sul palco per Musica & Scienza e il concerto Materia in fuga.
Un’immagine del primo appuntamento della stagione 2020/2021 della rassegna Musica & Scienza de laVerdi © Studio Hänninen

Dopo il concerto intitolato Materia in fuga, che ha visto il ritorno sul palco dell’Auditorium dell’astrofisico Simone Iovenitti con cui si è esplorato l’astrofisica, nel secondo appuntamento della stagione 2020/2021, dal titolo Il cervello musicale, la musica si trova a dialogare con le neuroscienze, riflettendo sui meccanismi neuronali che, grazie all’arte dei suoni, vengono bypassati, rivelando la sua funzione terapeutica. Protagonista di questo nuovo avvincente appuntamento sarà la neuroscienziata Laura Ferreri.

Ma, cosa c’entrano i meccanismi neuronali con la musica? È a questo punto che entra in gioco l’Orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, guidata dal direttore Ruben Jais. Gli incontri di Musica & Scienza, infatti, sono pensati come dei veri e propri dialoghi con lo scienziato a suon di musica, perché scienza e musica sono molto più vicine di quello che si possa immaginare.

Se in ogni scienza noi vediamo un ramo dell’albero della sapienza allora ogni scienza ci appare in tutto il suo significato. Capiamo allora anche il giusto significato della specializzazione scientifica, il giusto senso della professionalità che non isola dal resto del sapere, non esclude il dialogo con le altre discipline, non esclude l’impegno, sia didattico che divulgativo, di comunicare i contenuti della propria scienza a qualsiasi pubblico.

— Ennio De Giorgi, matematico italiano

Lo stretto rapporto che intercorre tra musica e matematica nello specifico fu studiato sin dall’antichità. D’altro canto, la musica e la materia condividono la stessa organizzazione e, ancora, l’esecuzione di un’orchestra, in cui i singoli elementi si amalgamano in un’unica sinfonia, non è tanto dissimile dalla composizione della materia. Visto il legame, perché non provare a divulgare le scienze, partendo proprio dal linguaggio universale della musica?

Sulle note di Beethoven, allora, Ruben Jais e l’Orchestra sinfonica laVerdi offrono al pubblico la possibilità di rispondere alla domanda: “Cosa accade nel nostro cervello quando ascoltiamo musica?”. Una lezione-concerto che proporrà all’ascoltatore un percorso alla scoperta della sinfonia neurale che ha luogo nel nostro cervello quando entriamo in contatto con la musica.

Il cervello musicale con la neuroscienziata Laura Ferreri.
Protagonista di questo nuovo avvincente appuntamento della rassegna Musica & Scienza sarà la neuroscienziata Laura Ferreri © laVerdi

Partendo dalla relazione tra uno degli elementi fondamentali della musica, ovvero il ritmo, e la sincronizzazione dei nostri neuroni, il viaggio proseguirà tra le basi cerebrali delle emozioni musicali e della “pelle d’oca” che accompagna i brani che più ci piacciono. L’obiettivo finale è comprendere come fare e ascoltare musica ci porti ad attivare il nostro cervello interamente, mettendo in atto dei processi di plasticità neurale, che risultano fondamentali per la stimolazione e la riabilitazione di funzioni cognitive complesse, come il linguaggio o la memoria. La musica, quindi, come medicina per il cervello.

Per informazioni e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler; Tel. 02.83389401/2/3; online: www.laverdi.org o www.vivaticket.it ).