Cammini e itinerari

Valgrande, escursioni letterarie sostenibili

Domenica 22 maggio è in programma il secondo appuntamento di “Libri in cammino. Escursioni letterarie ecosostenibili” In Valgrande la letteratura è ancora più bella.

Ci si sposta in treno, lentamente, come piace a noi, e si va verso qualcosa che si ama per goderne in uno scenario che esalta le emozioni: Libri in cammino. Escursioni letterarie ecosostenibili, l’appuntamento è per questa domenica 22 maggio in Valgrande. Poca fatica, monti e libri.

Escursioni letterarie in Valgrande

È il secondo appuntamento della manifestazione – il primo è stato un successo – che porterà appassionati di montagna e letteratura in Valgrande per la presentazione del libro protagonista della giornata, sempre strettamente legato al territorio, “La ferrovia Domodossola-Locarno e la via del mercato. In treno e a piedi nella valle Vigezzo e nelle Centovalli” di Albano Marcarini.
Le informazioni pratiche per chi intende partecipare: il ritrovo è previsto a Domodossola nella stazione della Ferrovia Vigezzina alle ore 9.00 (occorre essere puntuali per acquistare il biglietto del treno).
Alle ore 9.25 si partirà in treno per Buttogno dove alle ore 11, presso il Centro Visita del Parco, è prevista la presentazione del libro con l’autore Albano Marcarini. Buttogno è un piccolo centro rurale capace di regalare panorami verde brillante e quiete.
Alle ore 13 pranzo all’agriturismo Pian delle Lutte (menù: antipasti misti, insalate miste e insalata di patate alla tedesca, stinco di maiale al forno, formaggi vigezzini, gelato, acqua e vino, costo 20 euro tutto compreso. La prenotazione al pranzo è obbligatoria entro il 20 maggio, tel. 0324 94488, precisare che si prenota per menù “Libri in cammino” ed eventuali intolleranze o se vegetariani).
Nel pomeriggio si visiteranno le frazioni di Santa Maria Maggiore, l’oratorio di S. Rocco e l’area attrezzata di Crana. Il rientro in treno a Domodossola è previsto per le 17.36.
La ferrovia Vigezzina Centovalli,
La ferrovia Vigezzina Centovalli, la più bella d’Italia

La ferrovia Vigezzina Centovalli

Per Libri in cammino ci si muove con i treni della Vigezzina Centovalli, definita da molti la più bella d’Italia: panoramica, suggestiva ed efficiente. Anche economica: i nuovi biglietti infatti (prezzi a partire da soli 5 € e gratis per i più piccoli viaggiatori) denominati “Vigezzina no limits”permettono di percorrere l’intera tratta italiana da Domodossola a Re (ultimo paese della valle dei pittori) oppure la sola tratta vigezzina da Orcesco a Re (primo e ultimo centro valligiano) consentendo ai viaggiatori di salire e scendere dai convogli illimitatamente nel periodo di validità (uno o due giorni). In questo modo, la ferrovia italo-svizzera diventa una sorta di metropolitana alpina open-air, alla scoperta di meravigliose località alpine come Santa Maria Maggiore, sede dell’imperdibile Museo dello Spazzacamino e dell’ultima Scuola di Belle Arti delle Alpi, le piccole e graziose frazioni in pietra di Druogno, il celebre Santuario di Re o, ancora, il suggestivo centro storico di Malesco.

 

Viaggiare in Valgrande e farlo in treno è un’esperienza unica.

Articoli correlati