A piedi lungo il “Cammino di Francesco”

L’APT di Rieti ha dato vita al “Cammino di Francesco”, un percorso attraverso la Valle Santa di Rieti, uno dei luoghi più importanti nella vita del Santo

Se si dubita che il cammino dei pellegrini conservi tutt?oggi
certa attrattiva basta pensare a quanti, ogni anno, percorrono il
Cammino di Santiago de Compostela, in Spagna.
Si spostano a piedi, lo zaino in spalla, con poche cose che
all?inizio sembrano davvero poche, ma che alla fine risultano
essere più che sufficienti. Camminare a piedi fa sentire
liberi, immersi in un continuo presente, fatto di nuovi volti, di
luoghi che si assaporano lentamente…

Forse i pellegrini moderni sono animati da una fede meno accesa
rispetto ai colleghi del Medioevo, ma non per questo nutrono certo
minor desiderio di conoscenza e di scambio tra culture diverse.

Per questo l’APT di Rieti ha dato vita al “Cammino di
Francesco”, un percorso attraverso la Valle Santa di Rieti, uno dei
luoghi più importanti nella storia della vita del Santo. San
Francesco, infatti, attraversò la valle predicando, fondando
santuari, compiendo miracoli e trovando rifugio per i suoi ritiri
mistici.

Il Cammino unisce i santuari che videro la presenza di
Francesco: il santuario di Poggio Bustone, La Foresta, Fonte
Colombo e il santuario di Greccio. Completano il pellegrinaggio
l’ascesa al Monte Terminillo, per la visita alla reliquia del
Santo, la tappa nel comune di Posta e l’escursione al Faggio di San
Francesco, nel comune di Rivodutri.
Il percorso si snoda lungo 80 km circa di strade e sentieri
individuati dalla Scuola Forestale dello Stato di Cittaducale e
resi percorribili (a piedi, in bicicletta, in mountain bike, a
cavallo e in macchina) grazie al lavoro dei Comuni e delle
Comunità Montane.

Lontani dai percorsi del turismo di massa, i viandanti
incontreranno una natura rigogliosa e incontaminata. Troveranno
ospitalità all’interno dei santuari, dove potranno
acquistare prodotti tipici e farsi timbrare l?apposito passaporto
che certifica il pellegrinaggio.

Documentato ed esaustivo il sito www.camminodifrancesco.it

Laura Vascellari

Articoli correlati
La Val Venosta

Formata dal Fiume Adige nel suo corso superiore, schiacciata tra il muro delle Alpi Venoste a e i massicci del Cevedale e dell’ Ortles, ecco la Val Venosta.

Val Piodella

Partiamo alla scoperta della Val Piodella, piccola e meno nota rispetto alla famosa e selvaggia Val Bodengo, dalla quale si stacca lateralmente.

Camminare nella natura

Due sono le zone di maggior interesse per camminare nella natura: l’altopiano di Finale e l’area compresa tra il Monte Caprazoppa e Borgio Verezzi

In mountain bike alla Conca di By

Un sentiero da percorrere in mountain bike, un panoramicissimo itinerario sopra i 2000 mt dominato dalle cime del Mont Velan del Grand Combin e del Mont Gel

Cammino dell’Alleanza

Domenica 10 si svolge la quarta edizione del Cammino dell’Alleanza, iniziativa alla riscoperta di vecchi sentieri e percorsi panoramici del nostro Paese.

Alba Fucens Archeologia e natura

Alba Fucens ebbe un ruolo decisivo nelle guerre sociali poichè era attraversata dalla via Valeria che collegava l’Urbe con la costa adriatica.

Trekking Val Falcina (Bl)

Il “sentiero natura” della Val Facina è un breve percorso ad anello, di circa quattro chilometri, anche per escursionisti non esperti