L’etica salverà la chimica da sé stessa

Negli ultimi anni l’industria chimica ha fatto progressi e ha migliorato costantemente la propria performance Esg (environmental, social, governance).

Può esistere un’industria chimica sostenibile? In qualche modo esiste già. Secondo un ampio report emerge che, pur sapendo che c’è ancora tanta strada da fare, negli ultimi anni l’industria ha compiuto enormi progressi, impegnandosi a migliorare costantemente la propria performance Esg (environmental, social, governance).

 

Sempre più spesso le aziende chimiche, consapevoli che l’efficienza delle risorse non solo aiuta il pianeta ma consente anche di ridurre i costi migliorando la redditività, passano al vaglio l’intera catena di valore per individuare soluzioni che permettano di migliorare la propria impronta ambientale.

 

In base a un sondaggio di Pwc, gli amministratori delegati delle industrie chimiche considerano seriamente il fattore sostenibilità: il 98 per cento concorda sul fatto che è importante promuovere una cultura del comportamento etico e quasi altrettanti ritengono importante assicurare l’integrità della catena di approvvigionamento (95 per cento).

Articoli correlati