Il Portogallo è sempre più amico della bicicletta

In Portogallo e a Lisbona la mobilità ciclabile prende sempre più piede, grazie ad associazioni, percorsi e app per muoversi in bicicletta.

Il biennio 2016-2017 potrebbe essere quello di una svolta per la mobilità ciclabile del Portogallo.
Nonostante il poco interesse del settore pubblico l’uso della bicicletta sta crescendo esponenzialmente, in particolar modo nelle aree urbane. Si stanno sviluppando importanti attività come le Ciclofficine come comunità e luoghi di incontro, Critical Mass si è diffusa in ben quattordici città. Alcune associazioni per la mobilità ciclabile hanno organizzato progetti come Bike Buddy , che affianca le persone che vogliono cominciare ad usare la bici in città con pedalatori urbani esperti, o “Programa Combinado”  che invita i cittadini di Lisbona a lasciare l’auto a casa e a convertirsi all’intermodalità bicicletta-trasporto pubblico.

 

Lisbona1024Immagini di Bxlx da lisboahorizontal.pt

 

Recente è stata la presentazione di “Ecovias de Portugal“, una guida cicloturistica che, grazie a una applicazione per smartphone, permette di percorrere percorsi ciclabili e strade secondarie per raggiungere i luoghi di interesse. Con Bikotel è possibile consultare una rete di 70 hotel certificati bike-friendly, con con servizi e supporto per chi si muove su due ruote. Sarà inoltre un importante collegamento per il Portogallo e le sue attività legate alla bicicletta la definitiva approvazione della tratta della costa atlantica del percorso EuroVelo 1.

 

[vimeo url=”https://vimeo.com/121051999″]

 

Concludiamo parlando del lavoro del gruppo di architetti e urbanisti Bxlx che si chiama Lisboa Horizontal. Lisbona è una tipica città collinare e viene definita la città dei sette colli…vi ricorda nulla?

 

Lo studio topografico della capitale del Portogallo ha permesso di comprendere come il 65 per cento delle strade abbia in realtà una pendenza leggera, compresa tra zero e quattro per cento. Il progetto consiste nella realizzazione di una rete di piste e percorsi ciclabili proprio in queste strade, mentre per quelle con un’alta pendenza è possibile attrezzare i caratteristici tram di Lisbona con agganci per le bici.

 

Dal progetto Lisboa Horizontal è nata anche un’app in cui sono segnalati i percorsi ciclabili.

Articoli correlati
A un italiano su tre piacerebbe andare al lavoro in ebike

Gli italiani sono al terzo posto su dieci Paesi europei per la disponibilità ad andare al lavoro in ebike. La motivazione principale a favore è la tutela dell’ambiente, a scoraggiare il maltempo e il costo delle biciclette elettriche.