Rock Files Today – 10 Agosto – Nitty Gritty

Oggi, 10 Agosto 1971A Nashville, Tennessee, un gruppo di ragazzi 20enni che hanno saputo fondere in modo straordinario il pulsare ritmico del rock con suoni, melodie e strumenti della musica tradizionale nordamericana bianca: Nitty Gritty…


Oggi, 10 Agosto 1971
A Nashville, Tennessee, un gruppo di ragazzi 20enni che hanno
saputo fondere in modo straordinario il pulsare ritmico del rock
con suoni, melodie e strumenti della musica tradizionale
nordamericana bianca, stanno per dare il via al loro sogno
più grande. Realizzare, cioè, un album insieme ai
grandi maestri della musica Country & Folk, leggende artistiche
e autentiche icone culturali della storia americana.
Loro si fanno chiamare The Nitty Gritty Dirt Band, hanno già
5 album all’attivo e sono cresciuti nella scena neofolk del
Southern California.

Lì, con Byrds, Flying Burrito Brothers e altri pionieri
del country rock hanno inventato un nuovo ibrido musicale.

Insieme a loro, agli inizi, anche il delizioso songwriter
Jackson Browne.
Dopo il successo del disco Uncle Charlie & His Dog Teddy, i
Nitty Gritters fanno base in Colorado. Lì, il loro manager
William McEuen (fratello di John, polistrumentista nonchè
membro fondatore del gruppo) ha un’idea.

Vuole far suonare la band con il più famoso banjoista
della storia: Earl Scruggs. Gli organizza un incontro che va
talmente bene da fargli venire voglia di allargare il progetto.
Fino a un obiettivo assai ambizioso: da Bill Monroe a Maybelle
Carter, da Doc Watson a Roy Acuff, tutti i grandi vecchi del
country si sarebbero uniti a questi giovani capelloni innamorati
del suono di banjo e violini.

Il titolo dell’album è emblematico: Will The Circle Be
Unbroken, che il cerchio non si possa mai interrompere, proprio
come l’omonimo leggendario brano reso popolare alla fine degli anni
20 dalla Carter Family.

E’ una settimana di session intense, con il registratore accesso
in continuazione e molti dei brani incisi al volo, in una o due
take, con un senso di spontaneità che si percepisce
all’istante. Nel disco, infatti, molti dei pezzi cominciano con i
musicisti che chiacchierano e ridono.

Si registrano talmente tanti brani che sono necessari tre ellepi
per contenere il progetto che diventa un successo senza precedenti:
vende un milione di copie, assurge al ruolo di pietra miliare della
storia della musica nordamericana e trasforma la Nitty Gritty Dirt
Band in un ambasciatore dei suoni e della storia degli Stati Uniti
nel mondo.

Il cerchio, da allora in poi, non si interrompe più: e
così la Nitty Gritty Dirt Band (nel 1989 e poi nel 2002)
pubblica altri due volumi tanto interessanti quanto il progetto
originale.

Articoli correlati
Rock Files Live! presenta: Lou, this is for you

Lunedì 13 gennaio prima puntata dell’anno per i Rock Files Live. Ezio Guaitamacchi e LifeGate presentano “Lou, this is for you”, una serata dedicata a uno degli artisti più importanti della storia del rock.

Rock Files Live! Alberto Radius

Nuovo appuntamento con i Rock Files Live! Sul palco del Memo Restaurant Music Club, ospite di Ezio Guaitamacchi, lunedì ci sarà Alberto Radius.

Rock Files Live! presenta L’Orage

Sul palco del Memo Restaurant Music Club lunedì per la puntata di Rock Files Live! L’Orage, che presenteranno il loro primo disco ufficiale L’Età dell’Oro.