Rock Files Today – 23 Aprile – Sticky Fingers

Oggi, 23 Aprile 1971 – LondraI Rolling Stones pubblicano il loro nuovo album, Sticky Fingers. Ci sono voluti quasi due anni. Le registrazioni sono iniziate nei leggendari studi Muscle Shoals di Sheffield…


Oggi, 23 Aprile 1971
Londra
I Rolling Stones pubblicano il loro nuovo album, Sticky
Fingers.
Ci sono voluti quasi due anni.
Le registrazioni sono iniziate nei leggendari studi Muscle Shoals
di Sheffield, Alabama (sacro tempio della black music) nel dicembre
del 1969 ad eccezione di Sister Morphine, brano recuperato dalle
session del precedente lavoro, Let It Bleed. Poi, sono proseguite a
Stargroves, la casa di campagna di Mick Jagger nonchè luogo
preferito dalla band per mettere a fuoco le nuove composizioni che,
poi in genere, venivano fissate su nastro agli Olympic Studios di
Londra.
Sticky Fingers esce per la Rolling Stones Records, la nuova
etichetta di proprietà del gruppo perché (nel
frattempo) è finito il contratto con la precedente casa
discografia, la Decca, anche se il manager degli Stones Allen Klein
ha fatto altri casini. Jagger, Richards e soci, però, si
sentono finalmente liberi di esprimere la loro creatività. E
non solo in musica.
Affidano la grafica della copertina al genio della Pop Art, Andy
Warhol.
Il quale se ne esce con un’idea davvero innovativa: la foto di un
paio di jeans, in bianco e nero, con close up sul bacino e,
soprattutto, con una vera zip che si apre e lascia intravedere gli
slip su cui è stampato il nome di Andy Warhol e l’ambigua
scritta: “This photograph may not be. Etc.” (Questa fotografia
può non essere … ecc).
Rimane ancora oggi un mistero l’identità del soggetto che
indossa gli attillatissimi jeans e i relativi slip.
Scartata l’ipotesi Mick Jagger, la prima che era circolata nei
giorni dell’uscita del disco, si è parlato di alcuni artisti
della Factory e in particolare dei gemelli Jay e Jed Johnson,
quest’ultimo (all’epoca) amante di Andy. Il candidato più
probabile, invece, sembra essere l’attore e performer Joe
D’Alessandro.
La foto è stata scattata da Billy Name e ritoccata
graficamente da John Pasche.
Proprio John Pasche è il disegnatore della famosa bocca con
linguaccia che, usata per la prima volta sul retro di copertina di
Sticky Fingers, diventa il logo inconfondibile della più
grande rock ‘n’ roll band della storia, The Rolling Stones.

Articoli correlati
Rock Files Live! presenta: Lou, this is for you

Lunedì 13 gennaio prima puntata dell’anno per i Rock Files Live. Ezio Guaitamacchi e LifeGate presentano “Lou, this is for you”, una serata dedicata a uno degli artisti più importanti della storia del rock.

Rock Files Live! Alberto Radius

Nuovo appuntamento con i Rock Files Live! Sul palco del Memo Restaurant Music Club, ospite di Ezio Guaitamacchi, lunedì ci sarà Alberto Radius.

Rock Files Live! presenta L’Orage

Sul palco del Memo Restaurant Music Club lunedì per la puntata di Rock Files Live! L’Orage, che presenteranno il loro primo disco ufficiale L’Età dell’Oro.