Soundbeam

Ausilio tecnologico nelle attività espressive e corporee per l’infanzia e le disabilità, così viene definito il Soundbeam.

“…l’ispirazione più grande mi è venuta
dalla tecnologia, grazie alla quale ho avuto la possibilità
di sviluppare le mie idee, senza di essa tutto questo non sarebbe
stato possibile. Grazie ad essa, ho potuto fondere il mio interesse
per la musica e per la ricerca nell’apprendimento.”

“…Quando i ragazzi diversamente abili usano i tasti e
giocano con il raggio di Soundbeam loro sono lì e non sono
da nessun altra parte, per loro è diventare come Eric
Clapton, come musicisti famosi… e lì hanno il
potere.”

David Jackson

Ausilio tecnologico nelle attività espressive e corporee
per l’infanzia e le disabilità, così viene definito
il Soundbeam.

Qualche giorno fa abbiamo incontrato David Jackson presso la
“NOSTRA FAMIGLIA” di Bosisio Parini, l’ideatore di questo
marchingegno tecnologico che rende possibile comporre musica anche
alle persone diversamente abili.

L’incontro è stato possibile grazie al C.R.A.M.S. di
Lecco, Centro di Ricerca Arte Musica Spettacolo, presieduto da
Angelo Riva.

David Jackson, storico esponente dei Van Der Graaf Generator, ha
raccontato come attraverso la tecnologia a ultrasuoni, ha potuto
creare questo straordinario strumento, il Soundbeam che permette di
controllare apparecchi musicali e multimediali attraverso il
movimento nello spazio.

Il Soundbeam è un rilevatore di movimento, il cui
funzionamento è simile a quello di un radar: i suoi sensori
proiettano nello spazio un fascio di ultrasuoni, che, incontrando
un ostacolo, rimbalzano indietro alla sorgente.
E’ in questo modo che i movimenti corporei, compiuti all’interno
del raggio, vengono intercettati e tradotti in segnali Midi, a
seconda della direzione e della velocità dell’oggetto in
movimento, una mano, un piede, la testa…

La straordinaria versatilità dello strumento ha riscosso
un gran successo in tutto il mondo soprattutto negli interventi
riabilitativi delle disabilità neuromotorie. David Jackson
ha lavorato già con bambini di oltre 177 paesi.

Psicologia e musica sono state da sempre le grandi passioni di
David Jackson ed è grazie a questa sua conoscenza che ha
potuto con gli anni sviluppare questo progetto, denominato
Soundbeam.

Il sito ufficiale del progetto è www.soundbeam.it . Dal 2005 il
C.R.A.M.S ha attivato una collaborazione con il musicista inglese
David Jackson all’interno del progetto denominato Cantieri Sonori.
Se volete diventare operatori di questo strumento potete contattare
il C.R.A.M.S. di Lecco, [www.crams.it]distributore esclusivo del
Soundbeam per Italia e Svizzera.

Articoli correlati
Ritorno a Fukushima, 10 anni dopo

Sono passati dieci anni dal disastro dell’11 marzo 2011, ma questo capitolo si è tutt’altro che concluso. Viaggiando a Fukushima si percepiscono rinascita e distruzione, a volte separate soltanto da una strada.