Chris Jordan presenta ‘Running the Numbers’

Ogni immagine ritrae una specifica quantità di qualcosa: quindici milioni di fogli di carta uso ufficio, quella usata negli USA ogni cinque minuti.

Ogni immagine ritrae una specifica quantità di qualcosa:
quindici milioni di fogli di carta uso ufficio, quella usata negli
USA ogni cinque minuti; 106.000 lattine di alluminio, lattine
consumate ogni trenta secondi; due milioni di bottiglie di plastica
per bevande, pari al numero di bevande in bottiglie di plastica
consumate ogni cinque minuti, 60.000 buste di plastica, pari a
quelle utilizzate negli USA ogni cinque secondi. Numeri enormi con
un impatto enorme.

“La mia speranza – spiega l’artista – è che le immagini
rappresentative di queste quantità possano avere un effetto
diverso di quello prodotto dai soli e aridi numeri che troviamo
ogni giorno su libri e giornali”.

Grandi stampe intricatamente dettagliate, assemblate a partire
da migliaia di foto più piccole, immagini che enfatizzano il
ruolo dell’individuo in una società sempre più
gigantesca, incomprensibile e schiacciante.

Chris Jordan è un artista della fotografia, oltre che un
attivista culturale, di fama internazionale che vive a Seattle. Il
suo lavoro ruota attorno alla tematica dei detriti della cultura di
massa americana. Recentemente le sue opere hanno ottenuto un
riconoscimento internazionale, e sono state esposte in oltre 50
mostre tra personali e collettive negli Stati Uniti e in Europa,
Asia e Sudamerica. Poco tempo fa le sue stampe sono state esposte
negli Stati Uniti nell’ambito della mostra “Weather Report: Art and
Climate Change,” a cura di Lucy Lippard presso il Boulder Museum of
Contemporary Art.

Tutto l’evento sarà ad Impatto Zero®. Per
l’allestimento e l’esposizione per dieci giorni saranno emessi
6.500 kg di CO2, che verranno compensati contribuendo
alla creazione e tutela di 4.230 mq di foreste in crescita in Costa
Rica.

 

Articoli correlati
Le citazioni più belle per sempre #3

Le citazioni che LifeGate quotidianamente pubblica sulla sua pagina Facebook sono scelte da libri (veri), antologie, racconti, romanzi e dialoghi di film.

Lo scienziato felice

Per trovare il nostro pensiero non dobbiamo seguire i condizionamenti sociali, ma rimetterli in discussione. Ci sono due tipi di arte: quella che genera piacere e quella che genera felicità.

Balene. Scacco al capitano Achab!

Nonostante la moratoria internazionale alla caccia alle balene, ogni anno migliaia di cetacei muoiono, uccisi dalle baleniere, come accade nel celebre romanzo di Melville. Ma qualcosa sta per cambiare.

Equitazione e bambini

Uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria del bambino. Il rapporto con il pony sviluppa anche il senso della responsabilità e dell’amicizia con l’animale.