Equitazione e bambini

Uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria del bambino. Il rapporto con il pony sviluppa anche il senso della responsabilità e dell’amicizia con l’animale.

Il cavallo è uno dei più grandi desideri di un
bambino.
L’equitazione è un’attività che consente ai bambini
di crescere correttamente fisicamente e psicologicamente.
E’ proprio il cavallo la particolarità di questo sport, il
cavallo che non è uno strumento inanimato ma vivo, che si
muove, che reagisce e che pensa.

Per imparare a stare in sella, cavalcare e galoppare, è
necessario che il bambino entri in sintonia con il cavallo, con il
suo movimento. Questo stimola efficacemente la muscolatura, la
coordinazione e il senso dell’equilibrio del bambino.

Ma non solo: proprio la caratteristica di animale vivo, stimola
anche il bambino a stabilire un rapporto non solo fisico con il
proprio compagno. Per questo è molto utile che i bambini
comincino sui pony, i piccoli cavalli alti non più di 1.40
m. Il bambino potrà accudire personalmente il proprio pony,
trovandosi con gli occhi alla stessa altezza, il che facilita
enormemente lo stabilirsi di una fiducia e di un’amicizia e
l’eliminazione di paure dovute alle dimensioni diverse del cavallo
grande.

L’attività equestre inoltre viene solitamente praticata in
gruppi dove l’aspetto agonistico è solo uno degli elementi.
E’ invece soprattutto l’aspetto ludico-sportivo che favorisce lo
sviluppo del rapporto sociale e di adattamento all’ambiente del
bambino. L’ambiente stesso del Pony Club, si legge in una cartella
stampa del Pony Club Fiorello Italia, “insegna inoltre a mantenere
una certa disciplina e consente al bambino di affermare la sua
autonomia attraverso il desiderio di misurarsi oltre che con
l’animale anche con gli altri, con il proprio coraggio e la propria
sicurezza”.

Alessandro Pellegrini
Rivista “Il Mio Cavallo”

Articoli correlati
Balene. Scacco al capitano Achab!

Nonostante la moratoria internazionale alla caccia alle balene, ogni anno migliaia di cetacei muoiono, uccisi dalle baleniere, come accade nel celebre romanzo di Melville. Ma qualcosa sta per cambiare.

Jorge Amado. Cibo da leggere

“Queste sciocche trovano puzzolente la cipolla: che ne sanno loro di aromi puri? A Vadinho piaceva mangiare la cipolla cruda, e il suo bacio sapeva di fuoco”. Jorge Amado – Dona Flor e i suoi due mariti.

Gatto. Il Ragdoll

Nasce negli anni ’60 in California (Usa). La sua totale fiducia nell’uomo lo porta a rilassarsi completamente e ad abbandonandosi proprio come una bambola di pezza (Rag-doll).