Quaresima 2010: Prova il digiuno tecnologico

All’inizio della Quaresima di quest’anno, i preti anglicani hanno proposto un nuovo tipo di digiuno: il digiuno tecnologico.

Invece di privarsi di cioccolatini e altri piccoli piaceri, il
digiuno classico, hanno instaurato un digiuno carbonio.

Un digiuno nuovo, che invita i Brittanici a ridurre le loro
emissioni di carbonio durante i 40 giorni della quaresima, per
lottare contro il riscaldamento climatico.

La ONG cristiana Tearfund ha pubblicato una lista di 46
consigli per aiutare i credenti a fare dei piccoli gesti utili,
come di tenere il piede leggero sull’acceleratore, di cucire gli
buchi delle calze piuttosto che comprarne delle nuove, e anche di
far crescere le verdure nel proprio giardino.

La rubrica digiuno tecnologico, invece, consiglia di spendere
una giornata intera senza telefono, televisione computer o Ipod.

Oltre ad abbassare gli consumi, questo digiuno tecnologico
permetterebbe di rallentare, almeno durante la quaresima, il ritmo
delle nostre vite, e questo ci porterebbe degli benefici sulla
nostra salute emozionale quanto spirituale. Senza contare sui
benefici ecologici.

Resisteranno i fedeli a questa purificazione
eco-tecnologica?

Articoli correlati