Coronavirus

Donald Trump è stato ricoverato in ospedale

Dopo essere risultato positivo al coronavirus, Donald Trump è stato trasferito all’ospedale militare Walter Reed. Positivo anche il manager della sua campagna elettorale.

A poche ore dalla notizia che il coronavirus è arrivato alla Casa Bianca, facendo risultare positivi al test il presidente e la first lady degli Stati Uniti, Donald Trump è stato ricoverato in ospedale.

Trump è infatti stato portato all’ospedale militare di Washington, il Walter Reed national military medical center, il 2 ottobre, come ha dichiarato lui stesso in un video postato sul suo account di Twitter, affermando di pensare di “stare piuttosto bene”.

Secondo i medici, al suo arrivo accusava una leggera febbre e affaticamento, ma “era di buon umore”. Il suo ricovero, come ha dichiarato la Casa Bianca, è stato effettuato in via precauzionale per assicurare al presidente le migliori cure. Trump, infatti, si sta sottoponendo a un trattamento con il farmaco antivirale remdesevir, e un altro mix di medicinali.

Positivo al coronavirus anche il manager della campagna elettorale di Trump

Notizia della notte, confermata dal portavoce Tim Murtaugh, è anche il risultato positivo alla Covid-19 di Bill Stepien, a capo della campagna elettorale di Trump, che ora riscontra sintomi influenzali.

La notizia ha ovviamente messo in dubbio le prossime apparizioni pubbliche che si sarebbero dovute tenere in tre degli stati chiave per le elezioni – Wisconsin, Florida e Arizona – e il prossimo dibattito presidenziale del 15 ottobre.

trump ospedale coronavirus
Donald Trump ha pubblicato un video in cui dichiara il suo trasferimento all’ospedale militare Walter Reed e di pensare di stare “piuttosto bene” © Drew Angerer/Getty Images

“Il presidente è al comando”

Nel caso in cui Trump fosse impossibilitato a governare il paese, subentrerebbe il vicepresidente Mike Pence, per ora non risultato positivo. Ma, per il momento, la Casa Bianca fa sapere che non è in piano nessun passaggio di poteri: “Il presidente è al comando”. Infine, nell’ipotesi in cui anche Pence non fosse in grado di esercitare il suo ruolo, sarà Nancy Pelosi – presidentessa della Camera – a prendere i comandi.

Articoli correlati