H&M promuove il riciclo con una campagna etica

Il colosso della moda low cost, H&M, ha lanciato un filmato pubblicitario che sensibilizza al riciclo sollevando questioni etiche importanti.

Il famoso marchio di abbigliamento H&M è da tempo impegnato nella missione di rendere l’azienda più etica ed ecosostenibile. Le iniziative volte a ridurre il proprio impatto ambientale e a sensibilizzare i clienti ad acquistare in maniera più responsabile, sono state molte. E tra queste, “Garment Collecting” ha rivestito un ruolo fondamentale nell’intento di diminuire i rifiuti tessili dando loro nuova vita.

 

Ragazza mentre ripone i suoi abiti usati nei cassonetti posizionati nei punti vendita H&M

Foto ©Imeh Akpanudosen/www.gettyimages.it

 

Si tratta di una raccolta mondiale di capi d’abbigliamento usati (di qualsiasi marca e stato d’usura) che, durante tutto il 2014, secondo quanto riportato dall’azienda, ha raggiunto le 7,6 mila tonnellate circa, ovvero il corrispondente della fibra tessile impiegata per la realizzazione di 38 milioni di t-shirt. Grazie alla raccolta, è stato possibile trasformare alcuni dei rifiuti tessili in nuovi filati da impiegare nella realizzazione di nuovi capi.

 

Schema concettuale di cosa significa riciclare abiti usati

Foto ©www.mixtapeclub.com

 

L’intento di H&M è quello di chiudere un cerchio nel quale le materie prime provengono direttamente da prodotti finiti e rigenerati riducendo, così, sia l’utilizzo di risorse idriche che le emissioni dovute allo smaltimento dei rifiuti. E per sensibilizzare i clienti al riciclo dei propri abiti, il marchio d’abbigliamento ha lanciato una campagna pubblicitaria sopra le righe.

Un ragazzo amputato, una transessuale e una donna musulmana che indossa un hijab, il tipico velo previsto dalla religione islamica: questi sono gli insoliti protagonisti del mini filmato dal titolo “Close the Loop”. Il messaggio che il grande colosso svedese vuole lanciare è che “non esistono regole nella moda, a parte una: ricicla i tuoi abiti”. A prescindere, dunque, dalla cultura, dal sesso o dai difetti fisici, tutti insieme dobbiamo impegnarci a salvaguardare l’ambiente. E il riciclo sembrerebbe un ottimo punto di partenza.

 

Foto in evidenza ©www.ifdcouncil.org
Articoli correlati