La nascita dei Killers

Come sono nati i Killers, la band di Las Vegas ispirata da un concerto tenuto dagli Oasis nell’aprile del 2002.

Inverno 2001, Las Vegas. Questa sera, è entrato all’Hard Rock Hotel perché ha saputo che ci sarà un’esibizione live degli Oasis.  Ma, soprattutto, ha bisogno di bere.

 

Il triste e precoce finale con il gruppo che aveva messo in piedi pochi mesi prima, lo ha lasciato malinconico e avvilito: forse, fare il musicista non è la sua strada. Quando al bancone del bar gli si avvicina un amico che gli cede il biglietto per il concerto che sta per svolgersi al del The Joint, il club dell’hotel, lui lo accetta volentieri anche se non sa ancora che quell’evento gli cambierà la vita.

 

Il concerto è quasi terminato, ma sono quelle ultime tre canzoni della formazione anglosassone a convincere il ragazzo che il suo destino sarebbe stato quello di formare una nuova rock band. Subito dopo il suo destino e quello del chitarrista Dave Keuning, all’epoca commesso in un negozio del Hotel Venetian, si incrociano.

 

 

Merito anche degli annunci scritti da quest’ultimo, e pubblicati dalle riviste locali, nel tentativo di mettere su un gruppo. “Brandon Flowers è stata l’unica persona normale a rispondere al mio annuncio”, ricorda Keuning, I due cominciano a scrivere e a provare nuovi pezzi.

 

Poco dopo decidono il nome da dare alla neonata formazione ispirandosi al video del brano Crystal dei New Order, nel quale appare una band fittizia chiamata The Killers. Gli “assassini” della musica, solo due anni dopo, conquistano gli Stati Uniti. Da lì parte l’ascesa verso le nomination ai Grammy e i primi posti delle classifiche mondiali.

Articoli correlati
Rock Files Live! Black lives matter

La puntata di Mercoledì 29 luglio dei Rock Files Live! di LifeGate Radio è Black lives matter, interamente dedicata alla musica nera.

Ian Curtis e la bella giornalista

Questa sera è in prima fila al concerto dei Buzzcocks, che sarà aperto dai Joy Division, band che con un solo album all’attivo è già diventata tra le più famose del Regno Unito

Joni, tra pennelli e canzoni

A fine anni 60, dopo essersi sposata e subito separata dal folksinger Chuck Mitchell (“la cosa migliore che mi ha dato è stato il suo cognome, commenta con malcelato cinismo) Joni Mitchell diventa “la signora del Laurel Canyon”.

Wallis Bird e le scogliere di Moher

La contea di Clare è uno dei posti più caratteristici dell’Irlanda. I suoi panorami, i verdi strapiombi che si affacciano su un mare blu e sconfinato, attraggono ogni stagione migliaia di turisti.