Le Upanishad, testi sacri innovativi

Gli Upanishad sono testi antichissimi, sacri per la tradizione indiana, a differenza degli altri testi vedici, sono in rottura con il passato

Le Upanishad sono parte dei Veda, in quanto scritti posti alla fine
dei vari componenti dei Veda, nelle parti conclusive, ma non si
inseriscono in modo omogeneo nella più antica speculazione
vedica, anzi.

Le Upanishad segnano una frattura e sono un momento innovativo
rispetto alla tradizione religiosa e spirituale dei Veda. Si
differenziano infatti rispetto ad alcuni contenuti essenziali:
· mentre nei Veda viene dato un ruolo primario al sacrificio
e al rito, nelle Upanishad acquista un ruolo primario la
conoscenza, la gnosi (vidya o jnana)
· mentre i Veda si basano su una teologia mitologica, le
Upanishad si basano sulla speculazione e meditazione sull’Uno-tutto
(Atman-Brahman).

“..sono dedicate alla contemplazione o all’illustrazione delle
verità supreme e son dirette a rispondere alle domande
pressanti dell’individuo, che si chiede quali siano l’origine e il
destino dell’uomo, quale ragione regga le varie vicende
dell’esistenza, quale sia il fondamento ultimo dell’universo e
della vita.”(Della Casa-Upanishad vediche).

Le singole Upanishad non sono attribuite ad un autore determinato,
ma raccolgono brani di vari sapienti e maestri, probabilmente una
selezione del materiale che è stato frutto della ricerca di
intere generazioni.

Articoli correlati
Festival tibetani in Ladakh

Tra i maggiori eventi sociali e culturali del Ladakh, l’impero tibetano d’Occidente, situato nel nord dell’India, i festival tenuti nei monasteri buddisti

Maschere d’Africa

Africa Nera Arte e Cultura al Museo Archeologico di Bologna maschere raffiguranti antenati e divinità come modelli il volto umano o le teste d’animali

Il Mahabharata

Il Mahabharata si è formata ed ampliata in un lungo periodo attraverso diversi secoli inglobando leggende e miti antichi della tradizione dell’India

La nuova conquista delle terre alte

Le terre alte sono da sempre una meta molto ambita per gli amanti della montagna. Il turismo sempre più accessibile le sta però mettendo in pericolo.