California, il distretto del vino devastato dagli incendi

In poche ore gli incendi hanno colpito almeno otto contee nel nord della California, negli Stati Uniti. 1.500 gli edifici distrutti, 20mila le persone evacuate.

“È spaventoso, siamo circondati”, “alberi come torce”, “una cosa mai vista prima”. Sono solo alcune delle testimonianze riportate dai mezzi d’informazione statunitensi ed britannici e che riguardano i recenti incendi che stanno colpendo il nord della California, negli Stati Uniti, conosciuto anche come il distretto del vino.

nord della california
Un pompiere del Cal Fire in azione. Foto Bill Wechter / Stringer

Sono almeno 10 le persone decedute, mentre sono già 20mila le persone evacuate, secondo l’agenzia di stampa Reuters. Il governatore della California Jerry Brown ha dichiarato lo stato di emergenza per otto contee, tra le quali quella di Napa, Sonoma e Yuba, oltre a chiedere aiuto anche a Washington, per supportare i pompieri impegnati a combattere le fiamme.

Gli incendi mandano in fiamme il nord della California

Finora sarebbero 1.500 gli edifici distrutti, mentre sono 23mila gli ettari andati in fumo. Secondo quanto riferiscono le autorità locali, gli incendi sarebbero scoppiati quasi in contemporanea in tutta la regione, di notte. Questo avrebbe colto di sorpresa molti abitanti, costretti dal fumo e dalle fiamme a raccogliere pochi averi e scappare in auto. “Di notte le temperature sono più basse e l’umidità è più elevata, ma il vento aiutato dalla folta vegetazione ha dato un forte impulso a tutti i focolai”, ha detto un portavoce del Cal Fire, i vigili del fuoco californiani.

nord della california
L’area colpita dagli incendi, prima e dopo. Foto Google Earth

“Fa più caldo, è più secco, le stagioni degli incendi sono più lunghe e il fuoco brucia più intensamente. Si tratta di una diretta correlazione con i cambiamenti climatici”, ha detto invece il capitano del Cal Fire.

Il fuoco nell’area del vino della California

Vigneti accerchiati dalle fiamme. Son queste le immagini postate sui social. Mentre c’è chi racconta di non conoscere la sorte dei propri vigneti a causa dell’evacuazione quasi immediata. A Napa le colonne di fumo hanno accerchiato la città, e raggiunto anche San Francisco, che dista a circa 150 chilometri dalla cittadina.

Articoli correlati