Smart city

A Singapore nasce Oasis terraces, innovativo centro di aggregazione e di orticoltura collettiva

Oasis terraces fa parte di una nuova generazione di centri che offrono servizi sviluppati per la comunità nei quartieri residenziali pubblici. Si comincia da Singapore.

Oasis terraces è il nuovo centro di servizi pubblici situato sulle rive del fiume Singapore, nella zona densamente popolata di Punggol, che comprende strutture comuni, ristoranti, negozi, spazi collettivi e un poliambulatorio governativo. Il progetto, realizzato dallo studio londinese Serie architects in collaborazione con Multiply architects di Singapore, è caratterizzato da un design che enfatizza in modo particolare la connettività al corso d’acqua. Si estende su 27.400 metri quadrati, di cui 9.400 composti da strutture sanitarie.

Oasis terraces_Singapore_architettura green_Serie Architects
Oasis terraces, la nuova generazione di centri di comunità sviluppati dalla Housing and development board di Singapore © Hufton+Crow

Sviluppato e ultimato nel 2018 dalla Housing and development board (Hdb) e dal ministero della Salute (Moh) come stakeholder congiunto, Oasis terraces rappresenta una nuova generazione di centri di comunità che hanno l’obiettivo di coinvolgere attivamente i residenti del quartiere e costruire legami tra loro, offrendo loro maggiore comodità grazie all’integrazione di strutture pubbliche, mediche ed educative. Oltre a vincere il concorso di design, il progetto è stato selezionato come finalista per la categoria Future projects del World architecture festival.

Il design di Oasis terraces

“Il design di Oasis terraces è influenzato dai telai aperti che si trovano comunemente nelle facciate e nei corridoi dei blocchi abitativi degli Hdb degli anni Settanta e Ottanta”, afferma Christopher Lee, direttore dello studio Serie architects. “Lo abbiamo trasformato in una cornice leggera e aperta che cattura e ospita diversi programmi per la comunità in un contesto paesaggistico, un vero e proprio quadro architettonico per la vita comune”.

Nella parte anteriore dell’edificio, affacciata sul fiume, si trova la grande piazza centrale che rappresenta il cuore della comunità. Programmata per una serie di attività ed eventi comuni, questa piazza funge da punto di circolazione principale in tutto il sito, rendendolo nodo culturale per le interazioni fra i cittadini.

Le terrazze a gradoni inclinate

Una delle caratteristiche distintive del design di Oasis terraces sono le terrazze a gradoni inclinate, che non solo migliorano la luce naturale e la ventilazione dell’edificio, ma stimolano anche l’interazione visiva. Le terrazze si incontrano attraverso numerose rampe, stabilendo una connessione orizzontale tra la struttura e il suo ambiente e rappresentando così uno degli elementi chiave per generare attività comuni: si tratta di una collezione di spazi interni ed esterni destinati ai servizi di ristorazione, istruzione e poliambulatorio, direttamente accessibili dal giardino terrazzato. I confini fra quest’ultimo e le zone adibite ai servizi sono oscurati, in modo da consentire alle diverse attività di riversarsi sulle terrazze.

Oasis terraces_Singapore_architettura green_series architects
La piazza centrale, cuore della comunità e punto di circolazione principale © Hufton+Crow

Il ruolo sociale dei giardini

Da non sottovalutare l’importanza rivestita dai giardini che, come afferma l’architetto Lee, “giocano più di un ruolo estetico nella comunità, poiché costituiscono un vero e proprio progetto di orticoltura collettiva che mira a costruire legami tra i residenti incoraggiandoli all’utilizzo e al mantenimento del verde in un contesto naturale”. Con l’introduzione di un progetto di orticoltura urbana, Oasis terraces si propone di riunire gli abitanti del quartiere creando non solo nuove connessioni tra di loro, ma soprattutto con la natura circostante.

Leggi anche:

Articoli correlati