In ricordo di Gioele

Un tragico incidente, la corsa all’ospedale, ma per Gioele non c’è stato più tempo, neanche per un ultimo respiro. In ricordo di questo ragazzo un asilo

Il cuore di Gioele Fazzini ha smesso di battere all’alba del 4
novembre di due anni fa, a soli 15 anni, tornando a casa da una
discoteca in sella al motorino della mamma, inspiegabilmente senza
casco, ha sbandato ed è finito contro lo spartitraffico di
viale Panzacchi, quasi di fronte alla caserma dei carabinieri.

In quel cuore c’era posto per tutti: per i genitori, per i nonni,
per quegli amici che, dopo la sua morte, hanno fatto fiaccolate,
disertato discoteche e parlato di lui a scuola, per la
Fortitudo…ma anche per i bimbi dell’asilo della scuola
steineriana che aveva frequentato fino ai 14 anni. “Andava spesso a
trovare i bimbi dell’asilo, dato che asilo e scuola erano nel
medesimo edificio-ricorda una sua insegnante- ed i bimbi lo
adoravano. Dicevano sempre:”Gioele sei forte, sei un mito, sei il
nostro angelo”.”E’ per questo che proprio a lui verrà
dedicato il nuovo asilo steineriano, per la cui costruzione si
è organizzato anche lo spettacolo “Concerto per un amico”:
un vero angelo continuerà così a vegliare sui bimbi
che iniziano il grande gioco della vita”.

(Roberta Naldi)

 

indietro

 

Articoli correlati