Quando a cantare As tears go by fu un angelo di nome Marianne Faithfull

La storia di come Marianne Faithfull è arrivata a cantare As tears go by. Tutto cominciò nel 1964, durante una festa.

Anno 1964 – “Un angelo con due grandi tette”. È questo il primo, prosaico, pensiero che passa per la testa del manager dei Rolling Stones, Andrew Loog Oldham, quando vede per la prima volta Marianne Faithfull. È il 27 marzo del 1964 e in un club di Windsor si sta svolgendo il party di presentazione del nuovo singolo di Adrienne Posta, giovasmarine pop singer della scuderia di Oldham.

L’allora 17enne Faithfull è lì insieme al suo fidanzato John Dunbar, che di lì a poco avrebbe fondato, insieme a Barry Miles, la Indica Gallery a Londra e si sarebbe sposato proprio con la bella Marianne. La quale incanta anche altri due ospiti della festa, Mick Jagger e Keith Richards. Ma è Oldham quello che rimane maggiormente stregato dal fascino della Faithfull tanto che, appena viene a sapere che la ragazza si diletta nel canto, pensa subito a lei come a una possibile futura star della musica.

La leggenda narra che Oldham abbia chiuso in cucina Jagger e Richards fin tanto che non ne fossero usciti con una canzone adatta a lei. I due, che avevano da poco iniziato a scrivere brani originali, compongono un pezzo che poche settimane dopo quel fortuito incontro viene registrato proprio da Marianne. Solo recentemente, però, la Faithfull ha ammesso che forse Mick e Keith non avessero scritto pensando a lei, ma che quella canzone le si cucì addosso perfettamente.

As tears go by cantata da Marianne Faithfull diventa un successo e lancia la carriera solista della ragazza che, finito il matrimonio con John Dunbar diventa la fidanzata/musa di Mick Jagger sino alla fine degli anni 1960. Nel 1965, gli Stones pubblicano la loro interpretazione di As tears go by di cui registreranno anche una versione in italiano intitolata Con le mie lacrime.

Articoli correlati