Trance sciamanica oltre la realtà

Lo sciamanesimo usa la trance come strumento di contatto e comunicazione con l’essenza stessa della vita, per ampliare la consapevolezza alla percezione degli aspetti pi

“Ciò che vediamo e sperimentiamo è solo un riflesso
diretto di ciò che pensiamo o crediamo sia l’unica
realtà”. In verità lo scopo della vita di ogni
individuo dovrebbe essere quello di andare oltre questa
realtà, oltre i suoi limiti e illusioni e scoprire che
l’Essenza vera di chi noi siamo è pura Energia, in continuo
movimento e trasformazione.

Questa Energia ha consapevolezza e questa consapevolezza è
puro Amore. Essa è eterna, infinita, totalmente espansiva ed
inclusiva di ogni forma ed aspetto dell’Esistenza.
Una delle caratteristiche dello sciamanesimo è proprio
quella di poter percepire e vivere la realtà sia in stato
ordinario che straordinario di coscienza – meglio conosciuto come
Trance sciamanica – che contrariamente a quanto si crede,
può essere considerato più uno stato di ispirazione
ed estasi che una “perdita di sé”.

In tale stato si vede e si sente ciò che è
considerato invisibile, percependo con maggiore intensità
ciò che è oltre il conosciuto, attraverso
l’acutizzazione dei cinque sensi, il risveglio di quelli più
sottili ed il contatto con le forze (spiriti) della natura. In
pratica “vedere” può essere definito come avere la visione,
usare l’occhio interiore, non l’essere in stato di allucinazione;
infatti possiamo rispondere in ogni momento delle nostre azioni e
ritornare consapevolmente alla realtà presente.

La trance non è una forma di fuga dalla vita quotidiana,
bensì la consapevolezza di una realtà molto
più vasta che ci permette di comprendere con più
sensibilità, accettazione e compassione gli eventi attuali
della nostra vita.

Trasmettere l’insegnamento della trance vuol dire creare un ponte
per accedere a diversi tipi di percezione ed intuizione, vuol dire
condurre le persone a conoscere altri piani di se stessi,
riconoscere che noi siamo molto di più di questo corpo,
cultura, educazione e credo che ci sono stati trasmessi e che
quindi possiamo quindi espandere maggiormente i nostri potenziali e
raggiungere stati di consapevolezza più elevata.

Anatta
Agiman

Articoli correlati
Le carte dei Nat, gli spiriti della Natura

I Nat sono spiriti di natura, potenti aspetti selvaggi della psiche umana, essi rappresentano le forze dell’Io istintuale che, se sapientemente cavalcate, possono portarci alla conquista dei nostri obiettivi. Vengono associati agli antenati e utilizzati per interrogare la memoria della stirpe.