Coronavirus

Stati Uniti, via libera all’uso d’emergenza del vaccino Moderna

Anche il vaccino Moderna, oltre a quello Pfizer-Biontech, potrà essere somministrato negli Usa. L’ha deciso la Food and drug administration.

A pochi giorni di distanza dall’approvazione del vaccino per il coronavirus messo a punto da Pfizer e Biontech, la Food and drug administration statunitense (Fda) ha dato il via libera anche a quello sviluppato da Moderna.

Anche in questo caso si tratta di un’autorizzazione per l’uso d’emergenza, una procedura particolare a cui l’autorità ricorre quando ritiene “ragionevole” che il prodotto sia efficace, i benefici (noti e potenziali) superano i rischi e non esistono alternative “adeguate, approvate e disponibili”. Accelerando così i tempi rispetto al consueto iter di approvazione. Il vaccino Moderna potrà essere somministrato a persone al di sopra dei 18 anni di età.

Moderna è una società di biotecnologie specializzata nella tecnologia a mRNA, cui si immettono nell’organismo microparticelle di Rna messaggero. Potrebbe essere descritto come una sorta di “anteprima” del virus che, senza scatenare la malattia, induce le cellule a produrre la risposta immunitaria. Si tratta dello stesso approccio seguito da Pfizer-Biontech.

Articoli correlati