Covid-19

Covid-19, via libera dell’Ema al vaccino di Pfizer e Biontech

Lunedì 21 dicembre è stato concesso l’ok da parte dell’Agenzia europea per i medicinali alla commercializzazione del vaccino contro la Covid-19.

L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha concesso la propria autorizzazione alla commercializzazione del vaccino contro la Covid-19 prodotto dalla casa farmaceutica americana Pfizer e dalla tedesca Biontech. La decisione è arrivata, come previsto nel pomeriggio di lunedì 21 dicembre, dopo una riunione dei vertici dell’organismo europeo.

Il vaccino già approvato in numerose nazioni

I 27 paesi membri dell’Unione europea, si aggiungono dunque alle altre nazioni che avevano già dato il via libera al vaccino: il Regno Unito, gli Stati Uniti, il Canada, il Bahrein, l’Arabia Saudita, il Messico, Singapore, Israele e la Svizzera. “Sono particolarmente contenta di annunciare che il comitato scientifico dell’agenzia si è riunito oggi e ha dato il proprio parere favorevole alla commercializzazione del vaccino nell’Unione europea”, ha dichiarato la direttrice generale dell’Ema, Emer Cooke, nel corso di una conferenza stampa online.

test per vaccino di pfizer contro coronavirus
Il vaccino di Pfizer è stato annunciato come efficace nel 90 per cento dei casi © Joe Raedle/Getty Images

Va detto però che l’autorizzazione alla commercializzazione non è universale, bensì sottoposta a alcuni paletti.in particolare per quanto riguarda l’età: il vaccino di Pfizer/Biontech potrà essere somministrato unicamente a persone che abbiano compiuto 16 anni. Da un punto di vista giuridico, inoltre, il parere dell’Ema dovrà essere seguito da una decisione della Commissione europea.

Attesa la conferma della Commissione europea

A quel punto potrà essere lanciata da ciascuna nazione la campagna di vaccinazione, che verrà avviata a partire dalle categorie considerate più a rischio (operatori sanitari e persone anziane o con patologie pregresse). “Si tratta di un passaggio decisivo nell’ambito degli sforzi volti a concedere un bacino agli europei. Agiremo in fretta. Attendo la decisione della Commissione già in serata”, ha affermato la presidente dell’organismo esecutivo di Bruxelles, Ursula von der Leyen.

Articoli correlati