Ballads For Little Hyenas – Afterhours

Ci avevano commosso con Ballate per piccole iene, gli Afterhours ci colpiscono come un pugno con le rivisitazioni in inglese di Ballads For Little Hyenas…

Ballads For Little Hyenas – Afterhours

Afterhours - Ballas for little hyenas

Se ci avevano commosso un anno fa con ?Ballate per piccole iene?,
gli After ci colpiscono come un pugno, e con rinnovata potenza,
grazie alle rivisitazioni in lingua inglese dello stesso album.
Ed è attraverso l?inglese, lingua del rock per eccellenza,
che le canzoni acquistano una diversa inclinazione, meno drammatica
e più arrabbiata. E se è superfluo sottolineare che
nel belpaese gli Afterhours sono sinonimo di rock vero e di elevata
qualità, con questo disco potrebbero anche fuori dai nostri
confini.
Da segnalare: ?The Bed? di Lou Reed feat. Greg Dulli (Twilight
Singerse Afghan Whigs). Ps Per chi non lo sapesse si tratta un
ritorno alle orgini, i primi due album degli After infatti (?During
Christine?s Sleep? – 1990 – e ?Pop Kills Your Soul? – 1993 -) erano
in inglese.

01. The Thin White Line
02. Ballad for My Little Hyena
03. The Ending Is the Greater
04. There’s Many Ways
05. White Widow
06. Fresh Flesh
07. Sparkle
08. Desire Froze Here
09. The Bed
10. Judah’s Blood
11. Andrea’s Birthday

Francesco Napoleone

Articoli correlati
Brunori Sas. La Terra secondo me

10 anni di carriera e un nuovo album: “Cip!”. Abbiamo incontrato il cantautore calabrese Brunori Sas per parlare di musica, natura e molto altro.