Il nuovo concept album di Grimes sui cambiamenti climatici

Il prossimo album di Grimes, alias Claire Boucher, s’intitolerà Miss_Anthropocene e sarà un concept album sui cambiamenti climatici.

La musicista e cantautrice canadese Grimes in un lungo post sul suo canale Instagram ha svelato il titolo e ha dato qualche anticipazione sul suo prossimo album che uscirà presumibilmente nel 2019. Dopo quattro anni dall’ultimo disco Art Angels del 2015, Miss_Anthropocene sarà, a detta di Grimes, un “concept album sulla dea antropomorfa dei cambiamenti climatici“.

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

 

New Album: Grimes – Miss_Anthrop0cene 1. mis·an·thrope noun: a person who dislikes humankind and avoids human society. 2. Anthropocene: The Anthropocene is a proposed epoch dating from the commencement of significant human impact on the Earth’s Geology and ecosystems including, but not limited to, anthropogenic climate change. ———————————— Just fount out my first interview in a few years is coming out tomorrow. I thought the writer was quite smart so hopefully it’s accurate haha. But just in case (cuz I’ve had some p fucked press drama this year) I’m announcing album here first: ———————————-??It’s called Miss_Anthropocene. It’s a concept album about the anthropomorphic Goddess of climate Change: A psychedelic, space-dwelling demon/ beauty-Queen who relishes the end of the world. She’s composed of Ivory and Oil (I’ve done some illustrations of her if you scroll down my instagram). ———————————-??‍♀️ I love Godly personifications of abstract/ horrific concepts (For example, Mars as the Roman God of War) — so I wanted to update the list to include our modern issues. ———————————-?? Each song will be a different embodiment of human extinction as depicted through a Pop star Demonology. The first song ‘we appreciate power’, introduced the pro-AI-propaganda girl group who embody our potential enslavement/destruction at the hands of Artificial General intelligence. ———————————-?? It’s possible I will drop an EP or a few more singles of synth-based stuff b4 the album because its mostly ethereal nu metal (ish), and I know a lot of ppl miss the synths and whatnot. ———————————- ??Climate change is something I’m only ever confronted with in a sad/ guilty way…. Reading news and what not… so my goal is to make climate change fun (lol..??)…. uhhh… (I mean, everybody loves a good villain… re: the joker, Queen Beryl).. so maybe it’ll be a bit easier to look at if it can exist as a character and not just abstract doom. ———————————-☢️☣️ More musique soon! <3

 

Un post condiviso da Grimezsz (@grimes) in data:

Miss_Antropocene, dall’unione di misantropo e antropocene

Il concept viene anticipato dal titolo che, come spiega Grimes stessa, è l’unione di due parole: misantropo, ossia qualcuno che odia e rifugge la specie umana, e antropocene, un termine coniato negli anni Ottanta e usato per indicare una nuova era geologica che vede l’uomo e la sua attività come i maggiori responsabili della modifica degli ecosistemi della Terra, inclusi i cambiamenti climatici. 

Leggi anche: Grimes dice no all’ice bucket challenge

Il nome, inventato da Grimes, indica un vero e proprio personaggio che sarà protagonista di tutto l’album e a cui l’artista ha dato anche una forma: “La dea antropomorfa del cambiamento climatico, un demone psichedelico abitante dello spazio. Regina della bellezza che assapora la fine del mondo, composta da avorio e petrolio”.


Visualizza questo post su Instagram

Welcome to the end of the world

Un post condiviso da Grimezsz (@grimes) in data:

“Ogni canzone sarà una diversa incarnazione dell’estinzione umana” e il primo brano estratto, We appreciate power uscito qualche tempo fa, presenta un “Pro-A.I.-propaganda girl group che incarna la nostra potenziale schiavitù/distruzione per mano dell’intelligenza generale artificiale”. 

Nell’immaginario di Grimes la fine del mondo sarà piacevole e resa appagante proprio dalle nuove tecnologie che, in fondo, faranno il loro dovere: anestetizzeranno la razza umana, rendendola inconsapevole.

Il tentativo di impersonificare i cambiamenti climatici

Il nuovo album di Grimes si preannuncia quindi un album complesso dalle tematiche piuttosto profonde, anche se lo scopo ultimo dell’artista, come è nel suo stile, è quello di renderle leggere e più fruibili. 

Grimes durante un live.
Grimes sul palco dell’edizione 2016 del Coachella Valley Music Arts Festival ® Matt Cowan/Getty Images for Coachella

Come Grimes stessa ha rivelato: “Il cambiamento climatico è un argomento con il quale mi sono sempre confrontata in modo doloroso (…) il mio obiettivo è renderlo divertente”. O, quantomeno, ci auguriamo che il personaggio Miss Antropocene possa renderlo più tangibile e meno astratto.

Articoli correlati