Bonus Agricoltura, tutto quello che c’è da sapere

Arriva il bonus agricoltura 2022, introdotto con la legge di Bilancio 2021, per le imprese agricole e agroalimentari che vogliono entrare nell’e-commerce.

Con il bonus agricoltura si potranno realizzare investimenti per creare o consolidare le infrastrutture informatiche e potenziare il commercio elettronico.

agricoltura simbiotica
L’agricoltura simbiotica © iStock

Si tratta di un credito d’imposta pari al 40% degli investimenti sostenuti dalle imprese agricole o agroalimentari e può essere fruito per ciascuno dei periodi di imposta che vanno dal 2021 al 2023 e non può superare i 50mila euro. Per chi ha realizzato gli investimenti nel 2021 la comunicazione deve essere inviata dal 20 settembre al 20 ottobre 2022 e il credito, utilizzabile solo in compensazione, può essere impiegato per i periodi di imposta compresi tra il 2021 e il 2023.

Di quanto possiamo usufruire tramite il bonus agricoltura? 

I limiti per il bonus agricoltura sono diversi in base alla dimensione, alla tipologia dell’impresa, all’attività prevalente svolta e dichiarata ai fini Iva:

  • 50’000 euro per Pmi operanti nella produzione primaria di prodotti agricoli,
  • 25’000 euro per le grandi imprese del medesimo settore,
  • 50’000 euro per le Pmi agroalimentari.

 

 

Per accedere all’agevolazione prevista le imprese dovranno compilare la modulistica messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, comunicando l’ammontare delle spese sostenute nei periodi d’imposta di spettanza del beneficio per consentire l’individuazione della quota effettivamente fruibile del credito d’imposta, in proporzione alle risorse disponibili.

L’approfondimento di questa notizia a cura di Antonella Ciaccia è su Money.it

Siamo anche su WhatsApp. Segui il canale ufficiale LifeGate per restare aggiornata, aggiornato sulle ultime notizie e sulle nostre attività.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
La strage dei bambini a Gaza nella foto vincitrice del World press photo 2024

Si chiamava Saly, aveva cinque anni. Nello scatto vincitore del World press photo 2024, il concorso di fotogiornalismo più importante al mondo, non si vede un centimetro del suo corpo senza vita. E non si vede nemmeno il volto della zia, Ines Abu Maamar, che lo stringe forte a sé. Mohammad Salem, fotografo dell’agenzia Reuters,