Corruzione? Una app per dire “no”

Il SayNo Toolkit messo a punto dall’Institute of Business Ethics aiuterà a non cadere in trappola. E a rispondere la cosa giusta.

Forse non basterà, ma anche una app potrebbe aiutare a combattere la corruzione. L’Institute of business ethics  ha creato il SayNo Toolkit , un software (utilizzabile sia sul sito web sia attraverso una app) utile a prendere la decisione giusta in situazioni difficili e imbarazzanti. Quando accettare un regalo? Quando non accettare o non offrire ospitalità? Che cosa fare di fronte a un conflitto di interessi?

 

L’Ibe sostiene che il SayNo Toolkit (che è gratuito) aiuterà le imprese a rafforzare il messaggio anticorruzione ai propri dipendenti e servirà a decidere di fare la cosa giusta, perché «chiunque, a qualsiasi livello e in qualsiasi organizzazione, potrebbe dover affrontare un tentativo di corruzione». La app serve non soltanto per fornire una procedura adeguata per evitare casi di corruzione, ma anche per prevenirli.

 

In base al Bilancio di responsabilità sociale 2013 della Corte d’Appello di Milano emerge che i reati di corruzione sono in aumento dell’11 per cento nell’ultimo triennio e del 17 per cento solo nell’ultimo anno.

Articoli correlati