BADEN POWELL – De Aquino

La voce è incendiaria e profonda e in De Aquino è accompagnata dalla nervosa chitarra di Marc Ribot (vedi alla voce “Tom Waits”)

Baden Powell – De Aquino

CD 1 En concert au Petit Journal Montparnasse
01. Samba triste 02. O samba da minha terra 03. Lagoa do abaete 04.
Lapinha 05. Mahna de carnaval 06. Violao vadio 07. Marcha escosesa
08. Vou deitar e rolar 09. Recordacoes 10. Corcovado 11. Apelo 12.
Samba da bencao

CD 2 Roda de choro
01. Cochichando 02. Ele e eu 03. Flamengo 04. Noites cariocas 05.
Flor de abacate 06. A vida e um buraco 07. Ve se gostas 08. Naquele
tempo 09. Carinhoso

1593650

Baden Powell, scomparso giusto un anno fa all’età di 63
anni, è considerato uno dei mostri sacri della musica
brasiliana, e non solo. Virtuoso della chitarra acustica, Baden
Powell (da non confondere con l’omonimo fondatore dei boy scout) ha
saputo travalicare i confini della sua terra d’origine mescolando
culture e tradizioni diverse. Nel 1966, insieme a Vinícius
de Moraes, diede inizio ad una nuova fase della musica brasiliana,
mescolando le influenze africane con le moderne sonorità
jazz della bossa nova, il disco si chiamava Afro Sambas. Quello che
vi proponiamo noi, invece, è il doppio de Aquino (Iris
Music, 2001) che contiene registrazioni effettuate dal vivo in
alcuni concerti del 1999 e in casa di alcuni amici nel 2000, pochi
mesi prima della morteGreatest Hits – Marvin Pontiac Difficile
farvi capire la bellezza del disco e l’originalità del
personaggio in poche righe. Di lui hanno detto: “un disco
folgorante” (D. Bowie), “una rivelazione(L. Cohen), “un vero genio”
(I. Pop). La voce è incendiaria e profonda e nel disco
è accompagnata dalla nervosa chitarra di Marc Ribot (vedi
alla voce “Tom Waits”). Purtroppo non abbiamo spazio per le note
biografiche, vi basti sapere che morì nel 1977, convinto di
essere entrato in contatto con gli alieni.

Articoli correlati