Glen Hansard e Hozier a sostegno dei senzatetto irlandesi

L’occupazione di un edificio pubblico a Dublino si sta trasformando in un’azione di denuncia a livello nazionale per contrastare l’aumento dei senzatetto in Irlanda. Glen Hansard e Hozier in prima linea.

Lo scorso 20 dicembre diversi artisti e musicisti irlandesi hanno improvvisato un live all’Apollo House di Dublino a sostegno dei senzatetto irlandesi. Tra loro anche Glen Hansard  vincitore di un premio Oscar per la migliore canzone originale per il film Once – Hozier, Chris Dignam e la band Kodaline.

L’Apollo House è un edificio nel centro di Dublino di proprietà del National Asset Management Agency che un tempo ospitava uffici governativi.

Abbandonato nel 2015 e tutt’oggi inutilizzato, il fabbricato è stato portato a nuova vita grazie alle iniziative di Home Sweet Home Eire e dell’Irish Housing Network, associazioni che si occupano di trovare sistemazione agli oltre seimila senzatetto presenti oggi in Irlanda.

Lo scorso giovedì, l’Apollo House è stato occupato e attualmente ospita circa quaranta homeless.

L’azione ha trovato il sostegno di attivisti, artisti, poeti e altre note personalità irlandesi e ha l’obiettivo di denunciare il considerevole aumento di senzatetto a Dublino e attirare l’attenzione su un problema che sempre di più riguarda la città: a fine novembre le famiglie senza casa ospitate in alloggi di emergenza sono state più di mille, inclusi più di duemila bambini.

Come spiega Brendan Ogle, co-fondatore di Home Sweet Home e sindacalista:

l’occupazione cerca di portare all’attenzione nazionale e internazionale la situazione inaccettabile della presenza di tanti edifici vuoti mentre le persone sono senza casa.

Il futuro dell’Apollo House è ancora incerto: la proprietà ha chiesto all’Alta Corte un’ingiunzione per il suo sgombero, ma per ora gli attivisti hanno ottenuto di poter utilizzare gli spazi almeno durante le feste natalizie. Nella giornata di ieri il giudice ha ordinato lo sgombero dell’edificio entro l’11 gennaio.

I funzionari non hanno potuto ignorare l’enorme sostegno del pubblico: il concerto è stato solo l’apice di una serie di iniziative che nell’arco di una sola settimana hanno raccolto più di centotrentamila euro, ogni sorta di generi alimentari e abbigliamento per i senzatetto.

Glen Hansard – determinante nel mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica – ha spiegato al quotidiano TheJourmal.ie come l’occupazione dell’Apollo House sia solo l’inizio per una “conversazione nazionale” sul problema dei senza fissa dimora e ha aggiunto:

Grazie a tutti per aver tirato fuori il meglio di loro e averci dato tutto quello che hanno: stiamo imparando chi siamo e dove vogliamo andare.

Aisling Hedderman della Housing Network irlandes, ringraziando il pubblico per il supporto, ha detto:

Abbiamo la dimostrazione che, lavorando tutti insieme, possiamo mettere fine al problema dei senza fissa dimora.

Immagine di copertina: https://twitter.com/AndreKpor
Articoli correlati
Le canzoni più belle dell’estate 2020 secondo LifeGate Radio

Per chi non avesse la possibilità di ascoltare LifeGate Radio in FM oppure online ecco una playlist con le canzoni che ci terranno compagnia durante questa estate. La lista sarà aggiornata periodicamente quindi provate a ripassare. La trovate anche su Spotify, sul nostro profilo LifeGate Radio.