Expo 2015

Expo by night. Ecco perché vale la pena andarci

Un biglietto scontato, molti padiglioni aperti, luci e architettura da non perdere. Ma non c’è solo questo a Expo by night.

Aspettare il tramonto aggirandosi per i padiglioni è un’esperienza da fare. Innanzitutto per il costo dell’entrata. 5 euro dalle 19 fino a chiusura. Una volta passati i tornelli, d’obbligo una visita al Padiglione Zero, luogo che incarna ed immagina il cammino dell’uomo attraverso la nutrizione. Su di uno schermo di 21×50 metri vengono proiettati i racconti che rappresentano il rapporto tra uomo e agricoltura.

 

IMG_20150507_204334

 

Nel momento in cui fa buio, l’Esposizione quasi si trasforma e le migliaia di luci LED, molte delle quali in grado di regolare la luminosità in base all’afflusso dei visitatori, creano dei giochi di luci a cui non si rimane indifferenti.

 

L’albero della vita, il simbolo dell’Esposizione, ogni ora propone uno spettacolo, che vale la pena seguire. I visitatori si dirigono in massa verso Piazza Italia, da dove l’opera di Balich propone giochi di luci e d’acqua, proiettando i simboli dell’Italia.

Non tutti i padiglioni rimangono aperti fino alla chiusura, moltissimi sono visitabili entro le 22. Ecco la Russia, Turkmenistan, Iran, Corea, Stati Uniti, Cina solo per citarne alcuni.

 

Non mancano poi gli eventi. Dal 15 maggio si è inaugurato ALLAVITA!, rappresentazione del Cirque du Soleil. Ogni sera, dal mercoledì al venerdì, fino al 30 agosto è possibile prendere parte ad uno spettacolo unico nel suo genere.

Sono molti gli eventi gratuiti a quali poter portecipare. Vi potrebbe capitare di assistere ad uno spettacolo azero, o ad un concerto irlandese.

 

Non da scordare l’aspetto enogastronomico. Con un po’ di attenzione è possibile cenare a prezzi ragionevoli, a meno che non ricerchiate la rarità.

 

 

 

 

 

Articoli correlati