Cicloturismo

Fat bike in montagna, ecco dove provarle in Italia

Anche in Italia si sta diffondendo il nuovo divertimento invernale: pedalare su una fat bike in montagna. Vediamo cos’è e dove poter fare escursioni in fat bike.

Il ciclista appassionato non smette di andare in bicicletta nemmeno con condizioni atmosferiche avverse, tanto meno con l’arrivo di una nevicata. Ma se la neve è tanta con la bici normale non si riesce a pedalare: è qui che entra in gioco la fat bike, utile soprattutto quando arrivano l’inverno e le nevicate importanti. La fat bike in montagna si trasforma in un divertimento assicurato durante una settimana bianca al posto di ciaspole, sci o snowboard, un’esperienza che negli ultimi anni stanno proponendo anche in Italia.

fat bike neve snow
I copertoni più spessi e le ruote sgonfie permettono alla fat bike maggiore aderenza sulla neve. Foto: Fat bike riding in the snow di Anthony De Lorenzo su Wikimedia Commons licenza CC BY SA 2.0

Cosa è una fat bike

Meglio non fare una traduzione letterale, in quanto di “cicciotto” ci sono solo le ruote, larghe quasi il doppio di quelle tradizionali. Una fat bike è una bicicletta realizzata appositamente per muoversi su specifici terreni come neve, sabbia e fango, dove le classiche due ruote faticano o non riescono proprio a spostarsi. L’utilizzo di biciclette con ruote grosse e pneumatici parzialmente sgonfi garantisce una maggiore aderenza su terreni impegnativi e aiuta ad attudire gli urti.

Il concetto di fat bike nasce applicato a sabbia e dune e solo successivamente verrà portato anche sulla neve. Da un esperimento in Sahara degli anni 80 si passa a un utilizzo in Alaska negli anni 90. La prima bici a ruote grosse prodotta in massa si chiama Pugsley e viene realizzata negli Stati Uniti nel 2005.

Valle D’Aosta, val Ferret

“Con le fat bike, le bici dalle gomme ciccione, riusciremo a galleggiare sulla neve come non mai. Abbiamo realizzato il prodotto per i ciclisti che vogliono pedalare senza aspettare la primavera”, promettono sulla pagina Snowbike. In val Ferret organizzano pedalate con il raggiungimento di almeno cinque partecipanti, anche in notturna. Su richiesta organizzano originali addio al celibato-nubilato.

Toscana, monte Amiata

E-bikego propone uscite con le fat bike a pedalata assistita sul monte Amiata, un vantaggio per chi non è in forma o non vuole fare troppi sforzi. Le fat e-bike sono attrezzate con tanto di ciclocomputer e navigatore.

Abruzzo, Gran Sasso

Escursioni con la fat bike in montagna attraversando i numerosi e panoramici sentieri del Parco Nazionale del Gran Sasso. Prati di Tivo dispone di un moderno bike park dove praticare le discipline di discesa della mountain bike.  Sono presenti 6 piste di diverse difficoltà che, dai 2000 metri della Madonnina del Gran Sasso conducono ai 1500 metri di Prati di Tivo.

Esistono poi altre località che propongono uscite in fat bike immersi in suggestivi panorami. La fat bike in montagna è sicuramente un esperienza da provare almeno una volta come alternativa alle tradizionali attività di svago in montagna, soprattutto se siete amanti della bicicletta.

Articoli correlati