Veterinaria

In vacanza col gatto, ecco i consigli per un’estate insieme

In vacanza con il gatto? Certo, ma senza dimenticare i preziosi consigli dell’esperta per un tempo da trascorrere insieme all’insegna del benessere.

L’estate è anche il tempo migliore per trascorrere un po’ di tempo in più con il nostro amico a quattro zampe. Ma viaggiare con un gatto e fargli cambiare ambiente spesso non è facile e può aprire la strada a dubbi o incertezze che rendono la vacanza meno piacevole di quello che dovrebbe essere. Abbiamo sentito in proposito la dottoressa Sabrina Giussani, medico veterinario esperto in comportamento animale e presidente senior di Sisca (Società italiana scienze del comportamento animale). Ecco i suoi consigli…

gatto in casa
In vacanza il gatto di casa deve ricreare abitudini e modalità di comportamento © Pixabay

Vacanza e gatti, l’importante è la casa

Per quel che riguarda i felini, la scelta dell’alloggio nel quale si trascorrerà la vacanza è più importante della località per cui si opta. Ed è importante non tralasciare degli aspetti importanti. Una buona opzione è quella di scegliere un appartamento/residence a un piano dal secondo al terzo, con un balcone o una terrazza. E sarà importante verificare, soprattutto per località calde, la presenza dell’aria condizionata nelle stanze. Arrivati nella nuova dimora estiva è meglio allestire subito una sistemazione a misura di gatto, con tutte le sue “cose” sistemate in un ambiente unico, per esempio la camera da letto.

Questo sarà anche il luogo dove aprire il trasportino appena arrivati in modo che il micio possa nascondersi sotto al letto fino a quando si sente pronto per iniziare a perlustrare la casa. Quando il piccolo felino inizia a esplorare, è possibile sistemare in modo più adatto le risorse: la cassetta in bagno, la ciotola del cibo in cucina, quella dell’acqua in soggiorno e il graffiatoio o tappetino di cocco sul balcone. Un grande aiuto per farlo sentire a suo agio sono specifici prodotti a base di sostanze naturali e di feromoni da sistemare nel centro della nuova abitazione.

gatto maculato
I gatti sono animali abitudinari: anche in vacanza bisogna ricordarlo © Pixabay

Gli accorgimenti utili

Perché il gatto stia bene e la relazione continui a essere serena, è importante – come a casa – dedicargli del tempo e giocare insieme, evitando di lasciarlo da solo tutto il giorno. Qualche nuovo gioco o regalino gli faranno poi sicuramente piacere. Se poi il nostro amico felino ha un carattere socievole e curioso, sarà contentissimo di avere persone in casa per cena o merenda, pronte a riservargli coccole e giochi nuovi. Al contrario, se si nasconde in modo persistente ed eccessivo, potrebbe essere un segnale di stress. Meglio quindi non invitare troppe persone per feste e cene a casa e lasciare il suo spazio non contaminato da voci, odori o presenze non gradite.

Non dimentichiamo mai, comunque, i giochini preferiti del micio di casa e, magari, il suo tiragraffi casalingo. Forzare il gatto a esplorare tutte le stanze appena arrivato nella nuova casa è sempre un errore. Sarà importante lasciargli tempo a disposizione per conoscere e ambientarsi nel nuovo alloggio. Allo stesso modo liberare il felino in un luogo che non conosce potrebbe risultare dannoso, dando origine a fughe pericolose. Un giochino nuovo o un bocconcino appetitoso potranno aiutare il nostro amico a quattro zampe a superare i disagi dell’inizio vacanza. E un po’ di tempo in più dedicato a coccole e giochi sarà fondamentale per un proseguimento all’insegna del benessere e del divertimento.

Articoli correlati