“Inipi”, nel grembo di Madre Terra

Il rituale della capanna sudatoria, o più conosciuto come Inipi, simboleggia il ritorno al grembo materno di Madre Terra. Un momento unico di purificazione

La cerimonia dell’Inipi, meglio conosciuta come “Sweat Lodge” –
Capanna Sudatoria – ha come scopo la purificazione di corpo, mente
e spirito per giungere a percepire un nuovo senso del Sé.
Questo rituale insegna a porsi in modo più rispettoso,
amorevole e sacro verso ogni azione della nostra vita e verso ogni
forma nell’Universo, rendendoci in tal modo consapevoli che noi
siamo correlati a tutto e a tutti: “Mitakuye Oyasin” è uno
dei saluti rituali tra i Lakota; letteralmente vuol dire “tutte le
mie relazioni” e va inteso nel senso di “siamo tutti fratelli”.

Purificazione, rispetto, amicizia, gentilezza amore e gratitudine
sono i sentimenti che più emergono durante la cerimonia e
sono proprio questi che aprono la strada a una rinnovata forza
vitale e a un nuovo modo di percepire la propria direzione, dando
vita a visioni, nuovi progetti e scopi.

Questa cerimonia che mi è stata “passata” da Sudhiro Coyote
con infinito amore e rispetto per le tradizioni indiane, per me
rappresenta qualcosa di assolutamente unico, speciale
perché, pur così semplice nella sua essenza, essa
è una forma sottile e potente di guarigione e
trasformazione. Quando la conduco cerco di dedicare il rito – oltre
che allo Spirito che permea ogni cosa in questa esistenza – anche e
soprattutto al nostro profondo bisogno di lasciar andare il
passato, con tutti i suoi vecchi schemi e condizionamenti, per
aprire i nostri cuori a quello che è destinato ad essere un
nuovo inizio, un nuovo modo di porci di fronte ai nostri propositi
e scelte.

E’ un momento di profonda e toccante condivisione intorno al fuoco
sacro, simboleggiante il grande potere creativo,
un’opportunità di grande trasforma-zione e guarigione per
noi stessi e per madre terra.

Anatta
Agiman

Articoli correlati