Rimedi naturali

Labbra perfette con i rimedi naturali

Labbra belle, morbide, idratate. Anche all’arrivo del freddo pungente le labbra possono essere la cornice di un bel sorriso.

L’inizio del freddo vero è sempre una sfida per le labbra che sono esposte a secchezza, ad arrossamenti in montagna, ai taglietti e alle fissurazioni, alle vescicole dell’herpes labiale durante l’influenza. Donne, uomini e bambini ne fanno tutti le spese e talvolta il burro cacao non basta da solo per frenare le irritazioni. Alle intemperie si aggiungono poi i mordicchiamenti e i piccoli tic con cui spesso affliggiamo le labbra o ancor peggio la sigaretta che segna con le sue ombre la superficie della bocca. Per le donne le labbra screpolate rendono difficile la stesura di un bel rossetto, e il problema è molto antico.

rossetto

Foto interna  © www.face-labs.com

Pensate che in una tomba di una principessa sumera di 2.800 anni fa è stata ritrovata una scatolina d’oro con un pennellino. All’interno c’era una polvere rossa composta da estratto di rosa e olio di sesamo, un rossetto da principessa! Le labbra sono indubbiamente uno degli elementi richiamo della seduzione e il rossetto che le sottolinea non può che vantare tradizioni antiche e moderne, soprattutto se acceso e deciso su un incarnato bianco. Come lo amava Elisabetta I di Inghilterra, come lo hanno tradizionalmente riproposto le geishe giapponesi. Colorate o naturali le labbra restano comunque una spia del benessere della persona, un indizio di salute e sicuramente una declinazione all’arte del sorriso.

sorrisi

Scrub al miele: per rimuovere pellicine morte e rigenerare il tessuto è bene passare sulle labbra un mix di zucchero di canna e miele, ruvido e idratante insieme, da rimuovere con una lieve pressione dello spazzolino da denti. A seguire, per rigenerare , basterà un burro cacao con Aloe in estate e con Propoli in inverno. Se amate le preparazioni fai-da-te allora unite in un vasetto di vetro il burro e la crema di calendula: otterrete un rimedio gradito a grandi e piccini, ottimo prima di dormire come tonico delle labbra

scrub miele

Foto interna  © www.beautylish.com

Rhus tox: un rimedio omeopatico versatile, per le vescicole delle labbra ma non solo. Questo rimedio omeopatico è il più importante rimedio di dermatite bollosa, di cui Herpes e varicella sono i capostipiti. Ai primi allarmi, dunque alle prime vescicole, bisogna assumerlo alla diluizione 9 ch, 5 granuli più volte al giorno, anche ogni 3-4 ore se in una situazione di esordio dell’Herpes. Le vescicole saranno confinate, rimarranno simboliche e non daranno atto all’intero sfogo. Rhus Tox è anche rimedio di nevralgia, di dolore crampiforme, di torcicollo. E’ utile nella rigidità dei movimenti, di fronte al dolore di muscoli e guaine tendinee (tendiniti). Perfetto in tutte quelle situazioni in cui la persona avverte che il dolore migliora facendo i primi passi al mattino o avviandosi a movimenti delicati, piano piano.

omeopatia

Honeysuckle: è il fiore di Bach dedicato alla scontentezza, dunque è il fiore migliore per tornare a sorridere. Hanno bisogno di questo fiore le persone che tendono a idealizzare il passato senza mostrare serenità per il presente. Chi rimpiange le opportunità perdute, i vecchi amici, le persone amate e perse. E’ il fiore destinato a chi vive nella malinconia e stenta ad aprirsi al piacere. Honeysuckle è il fiore per aprire il cuore al sorriso: 4 gocce ogni 6-8 ore circa.

caprifoglio

Rosso: il rossetto prende il suo nome dal colore rosso, tonalità archetipica di potere e di conquista, di carattere dominante, di impeto coraggioso e seducente. Se una donna è pronta a un rosso deciso è pronta a muoversi con intensità. L’umore stesso può declinarsi nella scelta del rossetto: vestire un rosso brillante sulle labbra porterà a un effetto energetico e brillante sull’umore stesso. Una cromoterapia per le labbra.

Articoli correlati