Rimedi naturali

Come combattere il freddo, rimedi naturali per scaldarsi in inverno – anche a tavola

Durante la stagione invernale, ci troviamo ad affrontare giornate di freddo intenso durante le quali sentiamo maggiormente l’esigenza di caldo e tepore. E la natura arriva puntuale in nostro aiuto!

In inverno alcune persone tollerano le basse temperature meno di altre, con la continua esigenza di accumulare calore e riscaldare il corpo sia dall’esterno sia dall’interno. Oltre ad attrezzarci con abbigliamento invernale, possiamo adottare rimedi naturali fatti in casa e consumare tutta una serie di alimenti e spezie “riscaldanti” che aiuteranno a superare la stagione fredda senza troppe difficoltà.

Leggi anche: Abbigliamento invernale, come vestirsi e quali tessuti scegliere per il freddo

Come combattere il freddo
Come combattere il freddo: ci sono molti modi di riscaldarsi naturalmente, come mangiare cibi che creano calore corporeo e indossare abbigliamento invernale © Unsplash

Rimedi contro il freddo, scaldarsi in inverno

In genere il problema è più diffuso fra le donne che, per una questione fisiologica legata all’energia femminile (yin), sentono e soffrono maggiormente il freddo. Il regolare consumo di cibi che aumentano il calore corporeo aiuta a mantenere alta l’energia delle persone freddolose che, diversamente, potrebbero incorrere in stati di malessere generale, forte stanchezza, estremità sempre gelate e non ultimo il rischio di andare incontro più facilmente a malattie da raffreddamento. Se è vero che il cibo è energia termica e calore, dovremmo porre attenzione a ciò che consumiamo, cercando di prediligere cibi con energia yang (riscaldante) e lasciare alla stagione più mite tutti gli alimenti con energia yin (raffreddante).

Cibi che aumentano il calore corporeo

Fra le spezie possiamo scegliere quelle tipicamente invernali come la cannella e il garofano, abbondantemente usate per produrre dolci e tisane, ma possiamo optare anche per il timo, il peperoncino, il pepe, lo zenzero, la maggiorana e il cumino. In commercio infatti possiamo reperire delle ottime miscele che racchiudono tutti gli elementi necessari per preparare un’ottima bevanda riscaldante. Aggiungiamo alla lista alcune piante che completano la formula fra le quali troviamo il finocchio.

Leggi anche: Aromaterapia contro il mal di freddo

Cannella
La cannella è un’ottima spezia per combattere il freddo © Ingimage

Come difendersi dal freddo in casa

Nelle giornate di freddo intenso si può optare per una bevanda che andrà a riequilibrare i vari elementi per riacquistare “calore” e benessere. È usata da tempo e molto diffusa nella macrobiotica, ed è ottima quando il freddo è penetrato a fondo e la sensazione di malessere ci mette ko.

Per farla basta seguire la seguente ricetta: preparare un tè bancha o kukicha e aggiungere un cucchiaino di kuzu, fecola ricavata dalla radice della pianta Pueraria lobata, precedentemente sciolto in un goccio di acqua fredda. Rimettere sul fuoco e portare a ebollizione per un paio di minuti, fino a quando da torbido il tè torna trasparente. Aggiungere una prugna umeboshi, un cucchiaino di shoyu, possibilmente biologico, e 10/15 gocce di zenzero fresco precedentemente grattugiato. Bevuto ben caldo il risultato è immediato e sicuro. Vale la pena provarlo anche in caso di forte raffreddore, la sua azione vi lascerà stupefatti.

Consigli per combattere il freddo a tavola

Preferire sempre bevande calde, lontano e durante i pasti, in cui è efficace dare la priorità alle zuppe calde, di verdura o legumi e leggermente piccanti che ci aiuteranno a mantenere alto il “fuoco” che ci riscalda interiormente.

Da evitare gli eccessi di tutti gli alimenti che possono raffreddare l’organismo, come le bevande fredde, cibi “freddi” compresi gli agrumi che, anche se di gran beneficio per il loro contenuto in vitamina C, sono notoriamente raffreddanti. Si consiglia di non eliminarli ma alternarli con alimenti più yang, per riportare equilibrio di calore al corpo. Chiaramente chi è particolarmente freddoloso può tranquillamente rimandarne il consumo in altri momenti dell’anno.

Leggi anche: Pelle sensibile al freddo, cause e rimedi naturali

Radice di zenzero
Utilizzare zenzero fresco per bevande calde contro il freddo invernale © Ingimage

Combattere il freddo anche fuori: come vestirsi

Estremamente importante è l’abbigliamento, che durante la stagione fredda deve essere adeguato, sia per gli adulti sia per i bambini. La lana e la seta sono termoregolatrici, fortemente assorbenti quindi materiali adatti ai bambini che sudano spesso. Queste due fibre permettono un’ottima traspirazione, meccanismo che convoglia l’umidità della pelle verso l’esterno mantenendo costante la temperatura corporea, condizione fondamentale per far crescere forti e sani gli organi interni di un corpo ancora in evoluzione e crescita.

Possiamo optare per magliette sia a manica corta sia a manica lunga composte da lana merino, proveniente da pecore che vivono in zone incontaminate, e la seta, considerata la “regina delle fibre”, anallergica e antibatterica. Delicatissime e leggere a contatto della pelle, semplici capi di lana merino e seta sono il binomio perfetto per mantenerci caldi durante l’inverno.

Un abbigliamento idoneo che ci aiuta a mantenere costante la temperatura corporea e ci infonde una piacevole sensazione di calore ci permetterà di non aumentare in modo esagerato la temperatura nelle abitazioni, abitudine che può avere effetti collaterali sia sulla salute sia, soprattutto, sull’inquinamento ambientale.

Leggi anche: Difendere i nostri occhi dal freddo: rimedi omeopatici

Lana Merino
Calda e soffice lana merino, il modo più naturale per difenderci dal freddo © Ingimage

Mani e piedi freddi, cause e rimedi naturali

Molte persone lamentano piedi e mani costantemente freddi. Sicuramente è una caratteristica personale che può essere legata a problemi circolatori, piuttosto che ormonali o semplicemente può colpire le persone poco inclini al movimento ma che prediligono o sono costrette a una vita piuttosto sedentaria. Comunque sia, oltre ad attenersi ai consigli già indicati, quindi tisane riscaldanti, calze possibilmente in lana pura e un bel paio di guanti, oltre a non dimenticarsi un berretto di lana in testa, ci sono alcuni accorgimenti che possono migliorare la situazione.

Fare quotidianamente, se possibile, una bella camminata dopo aver frizionato ripetutamente i piedi e le mani con una salviettina di spugna asciutta e dove possibile evitare l’ascensore, perché salire qualche rampa di scale a piedi può essere più che benefico. Acquistare dell’olio essenziale di cannella o di zenzero e metterne alcune gocce in una crema neutra o in olio di mandorle e massaggiare piedi e mani quotidianamente. Attenzione a non usarli puri sulla pelle ma sempre veicolati, perché la loro azione rubefacente, cioè incline a favorire l’arrossamento della pelle, potrebbe congestionare in modo importante.

Peperoncino
Usiamo semi di peperoncino per un pediluvio per non sentire freddo alle estremità © Ingimage

Rimedi per non sentire freddo

Anche i pediluvi sono da prendere in considerazione, oltre ad essere un momento di relax per tutto l’organismo. Quando la circolazione è rallentata e l’energia tende a essere spostata verso l’alto, fare un pediluvio con il peperoncino può essere un ottimo rimedio per riportare equilibrio energetico e riattivare la circolazione. In una bacinella sufficientemente alta mettere dell’acqua calda e un cucchiaio di semi di peperoncino e se l’avete qualche goccia di zenzero fresco tritato e poi spremuto. Non allarmatevi se sentirete un leggero pizzicore e la pelle leggermente arrossata. Potrebbe anche non succedere, dipende dalla persona, ma nel frattempo godrete del beneficio che questo rimedio potrà darvi.

Anche le docce di contrasto funzionano egregiamente, quando il freddo è concentrato alle estremità che non riescono proprio a riscaldarsi. Alternare getti di acqua calda e fredda per una decina di minuti, fino alla completa riattivazione della circolazione.

Articoli correlati