Le basi della Programmazione Neurolinguistica

La Programmazione Neurolinguistica è una metodologia basata sullo studio del comportamento umano e dei meccanismi che lo determinano.

La Programmazione Neurolinguistica è una metodologia basata
sullo studio del comportamento umano e dei meccanismi che lo
determinano. Insegna alle persone ad avere un ruolo più
attivo nei confronti dei molteplici fattori, esterni ed interni,
che influenzano il proprio sentire e determinano il proprio
agire.
I suoi campi di applicazione sono la comunicazione, il cambiamento,
lo sviluppo di capacità professionali e lo sviluppo di
capacità personali.

Nasce, negli anni ’70 dalle ricerche di Richard Bandler e John
Grinder, un matematico e un linguista, che hanno studiato a fondo i
processi della comunicazione umana, mettendo in luce gli elementi
più efficaci della comunicazione verbale e non verbale.
La Programmazione Neurolinguistica, nota come PNL, diventa
rapidamente un metodo integrato di facile applicazione e, a partire
degli anni ’80, si diffonde in tutto il mondo. Le sua applicazioni
spaziano dalla formazione manageriale alla psicoterapia, dalle
tecniche di vendita allo sport, dal benessere alla salute. Richard
Bandler amava però ricordare che il principale di
applicazione della PNL è quello della libertà.

Per comprendere la PNL e poterla utilizzare è necessario
conoscere i principi su cui si fonda. Questi sono i presupposti
che, una volta applicati alla vita quotidiana, ampliano la gamma di
scelte e di possibilità individuali e permettono di prendere
le redini della propria vita, piuttosto che lasciarne al caso e al
mondo esterno la gestione.

 

Articoli correlati