A Monterey al bando il fracking e le trivellazioni. È il sesto stato Usa a vietarlo

Durante le elezioni presidenziali americane si sono svolti molti referendum locali. Uno di questi ha visto una splendida vittoria del movimento anti-fracking.

L’8 novembre gli elettori della contea di Monterey, in California, sono stati chiamati anche a esprimersi sul bando delle attività di fracking, fratturazione idraulica. Gli ambientalisti hanno dichiarato la vittoria nella campagna, sotto gli occhi di tutti a livello nazionale per vietare il fracking insieme a tutte le nuove trivellazioni petrolifere nella contea di Monterey, in California.

Il voto è passato con il 56 per cento di sì

Due contee confinanti, quelle di San Benito e Santa Cruz, avevano già bandito il fracking, ma l’industria petrolifera non aveva una presenza significativa in nessuna delle due. Non è così a Monterey: la contea ospita infatti il giacimento petrolifero di San Ardo, teatro di attività estrattive ormai da settant’anni.

Il San Ardo Oil Field è un grande giacimento di petrolio a Monterey, in California, negli Stati Uniti. È nella valle del Salinas, a circa cinque miglia (8 km) a sud della cittadina di San Ardo. Con circa 500 milioni di barili è il 13° più grande giacimento petrolifero in California.
Il San Ardo Oil Field è un grande giacimento di petrolio a Monterey, in California, negli Stati Uniti. È nella valle del Salinas, a circa cinque miglia (8 km) a sud della cittadina di San Ardo. Con circa 500 milioni di barili è il 13° più grande giacimento petrolifero in California.

La vittoria col 56 per cento di sì al divieto di fracking promosso dal movimento Measure Z ha acquisito un rilievo nazionale. Erano arrivate donazioni consistenti a entrambe le parti. Monterey County for Energy Independence, il gruppo sostenuto dalle compagnie petrolifere Chevron Corp. ed Aera Energy Llc (joint venure di Exxon Mobil Corp. and Royal Dutch Shell Plc) ha ricevuto donazioni per 5,5 milioni di dollari, e ha speso 30 volte più della campagna favorevole alla proibizione delle attività di fratturazione idraulica.

“Davide ha battuto Golia in questa grande vittoria di Monterey contro l’inquinamento e l’industria del petrolio – ha detto Kassie Siegel, direttore del Climate Law Institute al Center for Biological Diversity – Nonostante abbiano speso milioni, le compagnie petrolifere non sono riuscite a sconfiggere questa campagna partita dalla base. Questo trionfo contro il fracking ispirerà la comunità in tutta la California e l’intera nazione a resistere a questo settore tossico”.

Articoli correlati