Treni regionali e biciclette fanno pace, finalmente

Il bando di Trenitalia da 4,5 miliardi per nuovi treni regionali porterà sulle ferrovie nuovi mezzi ecologici, confortevoli e amici delle biciclette.

L’Italia avrà nuovi treni regionali con spazi per le biciclette: un bando di Trenitalia per un totale di 4,5 miliardi di euro per il rinnovo del parco mezzi ha dato spazio anche all’intermodalità treno e bici. Una scelta che aiuterà tanto i pendolari quanto i turisti che vogliono visitare le numerose piccole e medie località italiane senza dover utilizzare l’auto privata, preferendo le rotaie e le due ruote sostenibili.

treni regionali stalli bici
I vagoni Coradia Meridian Jazz con portabici fino a 24 mezzi a due ruote. Foto © Alstom

Chi costruirà i nuovi treni regionali per le biciclette

Si chiamano Caravaggio e sono i 300 treni che saranno costruiti da Hitachi (ex Ansaldo Brera). Questi treni ad alta capacità sono a doppio piano e con un massimo di 650 posti a sedere.

La Alstom si è invece aggiudicata la realizzazione di 150 treni a un piano, con 320 posti con wi-fi incluso. Questo modello, il Coradia Meridian, già sperimentato a Trento, verrà consegnato nella sua nuova versione in Emilia Romagna diventando così la prima regione ad utilizzarlo.

Coradia è un marchio già noto per la costruzione di un treno a idrogeno, come abbiamo avuto modo di scrivere su LifeGate.

Gli stalli per le bici, secondo i rendering resi pubblici per entrambi i modelli di treno, si troverebbero nei vagoni con i posti a sedere, a meno che in fase di progettazione non si seguirà il modello adottato da altri Paesi, con vagoni disegnati appositamente per chi si sposta con la bicicletta.

Anche perché questi treni sono molto flessibili poiché modulabili: si può decidere quanti posti inserire e quanti comfort e accessori, compresi appunto gli spazi dedicati alle bici o per i bagagli o gli sci in caso di vagoni per luoghi turistici invernali. Questo significa che ogni Regione potrà personalizzare i treni per ottimizzarne l’uso e il comfort per i passeggeri.

I nuovi treni regionali amici delle bici sono anche più sostenibili

Spazio anche alla sostenibilità ambientale. Il nuovo Coradia Meridian promette di essere un treno a impatto minimo: una volta arrivato a fine ciclo di vita sarà riciclabile al 95 per cento. Inoltre questi nuovi treni sono in grado di consumare il 30 per cento in meno di energia elettrica, riducendo in questo modo anche l’utilizzo di fonti fossili.

Articoli correlati