Cammini e itinerari

Parco dei Nebrodi: cosa vedere, come arrivare, dove dormire

Che il vostro obiettivo sia una gita o un’intera vacanza, il Parco dei Nebrodi è il luogo che fa per voi: ecco cosa non perdere, grazie alla app e al sito Sentieri Stagionali

Qualunque cosa chiediate a un parco, quello dei Nebrodi ce l’ha. Che la vostra passione siano i trekking in mezzo alla natura, alla scoperta di laghi, cascate e montagne, oppure l’arte, la cultura, l’archeologia e l’artigianato, o che vi appassioni il cibo di qualità, i Nebrodi sono il luogo ideale per programmare una gita o una vacanza, in qualunque stagione dell’anno.

Ecco cosa non perdere.

 

san_marco_alunzio
San Marco d’Alunzio è il paese del marmo rosso. © Parco dei Nebrodi

 

Mappa del Parco dei Nebrodi

Cosa visitare nel Parco dei Nebrodi

Natura e sentieri: i percorsi e gli itinerari più belli

Gli itinerari da percorrere sui Nebrodi, zaino in spalla e scarpe da trekking ben allacciate, sono moltissimi. In una Sicilia conosciuta soprattutto per i suoi grandi siti archeologici, le sue città barocche e le sue spiagge, lo scenario di montagna appare davvero suggestivo e inaspettato. Le Rocche del Crasto sono assolutamente da non perdere: formazioni dolomitiche di era mesozoica, sono visibili dagli abitati di Alcara Li Fusi, Longi e San Marco D’Alunzio. Tra esse spicca la Rocca Traora, meta preferita dai turisti per la sua importanza faunistica: qui si trova infatti un punto di avvistamento privilegiato del Grifone, rapace da tempo reintrodotto con successo in queste zone. Portate il binocolo!

 

L'area del Grifone è ai piedi delle Rocche del Crasto. © Parco dei Nebrodi
L’area del Grifone è ai piedi delle Rocche del Crasto. © Parco dei Nebrodi

 

Arte e cultura

Le manifestazioni artistiche del Parco dei Nebrodi sono tantissime, ogni angolo nasconde qualche gioiello. Eccellenza assoluta è la ceramica di Santo Stefano di Camastra, prodotta sin dal XVII secolo e conosciuta ed esportata in tutto il Mediterraneo. Mattonelle dalle decorazioni gialle, blu cobalto, verdi e rosse sono ancora visibili in tutto il paese, incastonate nei fregi dei palazzi. Sono prodotte ancora nelle botteghe ceramiche della città: ottime come piccolo souvenir ricordo.

 

Le ceramiche di Santo Stefano di Camastra rappresentano un'eccellenza dell'artigianato dei Nebrodi. © Parco dei Nebrodi
Le ceramiche di Santo Stefano di Camastra rappresentano un’eccellenza dell’artigianato dei Nebrodi. © Parco dei Nebrodi

 

Prodotti tipici

È così prezioso che lo chiamano oro verde: il pistacchio di Bronte rientra nelle ricette di qualunque portata, dagli antipasti ai primi, dai secondi ai dolci. Per le sue peculiarità – ha assunto caratteristiche diverse dai comuni pistacchi del Medio Oriente, sua terra d’origine – è anche Presidio Slow Food. Imperdibile una gita in una delle rivendite autorizzate!

 

Il pistacchio di Bronte è Presidio Slow Food. © Parco dei Nebrodi
Il pistacchio di Bronte è Presidio Slow Food. © Parco dei Nebrodi

 

Il Parco dei Nebrodi riserva ancora tante altre sorprese. Scopri di più visitando il sito Sentieri Stagionali

 

Sentieri Stagionali è un’iniziativa realizzata da Snam in collaborazione con Federparchi e LifeGate. Nasce nell’ambito del più ampio progetto editoriale Sentieri Sostenibili: una collana di volumi che, attraverso il racconto dell’integrazione possibile tra infrastrutture e territorio anche all’interno di ecosistemi delicati come i parchi, punta alla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale italiano.

Articoli correlati