Piero l’italiano

Qualche anno dopo, nel 1957, Piero e Gianfranco si ritrovano a Genova ma poi il ragazzo livornese decide di cercare fortuna a Parigi.

Pesaro, metà anni ‘50.  Nella Caserma del Monte è attivo uno degli undici Centri di Addestramento Reclute, i famigerati CAR. Tre giovani commilitoni sono soliti passare le serate di libera uscita nei locali della zona: hanno gli stessi gusti, adorano la musica e il bere. Ma uno dei tre, un certo Piero, ha un carattere irascibile: non è raro vederlo prendersi a pugni con qualche malcapitato.

 

 

Eppure, quel ragazzo livornese ha un animo sensibile: scrive canzoni e poesie ed emana un fascino irresistibile. Di lui s’innamora la figlia del Comandante cui Piero scrive ogni giorno una lettera romantica. Secondo Gian Franco (uno dei suoi due amici di musica e di grandi bevute) “neppure Cyrano de Bergerac avrebbe saputo fare di meglio”.

 

Qualche anno dopo, nel 1957, Piero e Gianfranco si ritrovano a Genova ma poi il ragazzo livornese decide di cercare fortuna a Parigi.  Lì, continua a scrivere canzoni e poesie e, per tutti, lui è “L’italianò”.

 

Nel 1959, una volta tornato a Livorno, Piero riceve una telefonata dal suo amico Gian Franco che di cognome fa Reverberi. Lui lavora a Milano, nell’ambiente della musica: è con Franco Crepax alla Ricordi. Gli dice di raggiungerlo lì. Nel 1961, Piero pubblica il suo primo disco: ma invece del suo vero nome (Piero Ciampi) usa quello di Piero Litaliano, senza apostrofo né accento alla francese…

 

In quegli anni, Ciampi frequenta insieme a tanti artisti o aspiranti tali la Galleria del Corso, dove (al numero 1) hanno sede i più importanti editori musicali. Ma l’industria discografica non crederà mai veramente in lui. Personaggio scontroso, difficile e ribelle, Piero Ciampi muore a Roma per un tumore alla gola il 19 gennaio del 1980: ad assisterlo, il suo medico (anche lui cantautore), Mimmo Locasciulli.

Articoli correlati
Rock Files Live! Black lives matter

La puntata di Mercoledì 29 luglio dei Rock Files Live! di LifeGate Radio è Black lives matter, interamente dedicata alla musica nera.

Ian Curtis e la bella giornalista

Questa sera è in prima fila al concerto dei Buzzcocks, che sarà aperto dai Joy Division, band che con un solo album all’attivo è già diventata tra le più famose del Regno Unito

Joni, tra pennelli e canzoni

A fine anni 60, dopo essersi sposata e subito separata dal folksinger Chuck Mitchell (“la cosa migliore che mi ha dato è stato il suo cognome, commenta con malcelato cinismo) Joni Mitchell diventa “la signora del Laurel Canyon”.

Wallis Bird e le scogliere di Moher

La contea di Clare è uno dei posti più caratteristici dell’Irlanda. I suoi panorami, i verdi strapiombi che si affacciano su un mare blu e sconfinato, attraggono ogni stagione migliaia di turisti.