Prevenzione in movimento: il ruolo dell’esercizio fisico per la salute

chi pratica attività sportiva regolare ha una diminuzione dei “fattori di rischio”, una maggiore capacità di mantenersi in salute e di recupero.

Studi e ricerche sull’argomento sono molto chiari: chi pratica
attività sportiva regolare ha una diminuzione dei “fattori
di rischio”, una maggiore capacità di mantenersi in salute e
di recupero.
Ecco perché i costi sanitari di una “popolazione allenata”
sono sicuramente inferiori di quelli di una popolazione che non lo
è.

Non è raro sentire i medici consigliarci di praticare del
movimento.
In alcuni Stati, ad esempio la Svizzera, viene incentivata
l’iscrizione e la pratica di attività fisica a scopo
preventivo attraverso il rimborso totale o parziale dei costi
sostenuti per l’iscrizione ad attività specifiche o
generiche in centri fitness che abbiano superato dei controlli di
qualità previsti dalle assicurazioni.

Ma quali sono gli effettivi benefici che si possono ottenere?
Sono generalmente vari a seconda che le attività svolte
siano prevalentemente aerobiche, toniche o di natura mista.

  • Miglioramento e mantenimento del sistema neuro muscolare,
    dell’apparato locomotore, del sistema cardiocircolatorio e
    respiratorio.
  • Rallentantamento della diminuzione di efficienza psico fisica
    dovuta all’invecchiamento.
  • Miglioramento e conservazione della caratteristiche elastiche
    muscolari
  • Miglioramento e conservazione della capacità di
    escursione articolare
  • Diminuzione del fattori di rischio per le malattie
    cardiocircolatorie (cuore e vasi)
  • Diminuzione dei trigliceridi nel sangue
  • Aumento delle HDL , lipoproteine ad alta densità dette
    anche “colesterolo buono” che combattono l’arteriosclerosi
    mantenendo pulite le arterie
  • Diminuzione di colesterolo totale in abbinamento ad una
    diminuzione di consumo di alimenti ricchi di colesterolo
    diminuzione del colesterolo totale
  • Rallentamento dei processi di osteoporosi e diminuzione dei
    rischi derivati (fratture)
  • Innalzamento dei metabolismi anche durante le fasi di “riposo”
    o di recupero
  • Aumento del dispendio energetico settimanale
  • Coadiuva in modo ottimale le terapie per la perdita di
    peso
  • Aiuta a mantenere controllato il peso corporeo
  • Migliore tolleranza al glucosio
  • Migliore capacità di tollerare lo stress
  • Aumento della produzione di endorfine che oltre a dare una
    sensazione di benessere migliorano la capacità di tollerare
    stress e dolore
  • In alcuni casi miglioramento degli stati depressivi e di
    ansia

I migliori risultati nella diminuzione dei fattori di rischio e dei
benefici correlati all’attività fisica si ottengono con la
pratica di attività aerobiche. Non trascurare le
attività toniche che rimangono importanti per il
mantenimento dell’efficienza fisica generale.

Ricordate: il segreto del successo della “prevenzione in movimento”
è la continuità con cui si pratica.

Emanuele Oliva

Articoli correlati