Rap guide to climate chaos: un rap spiega i rischi del cambiamento climatico

Un vero mashup fra hip hop e scienza: è “Rap guide to climate chaos”. Un musical per spiegare i rischi del cambiamento climatico, messo in scena anche alla Cop 21.

Baba Brinkman è un rapper canadese piuttosto conosciuto in patria per i suoi dischi e le sue performance live che uniscono musica hip hop a teatro, letteratura e scienza. In questo periodo Baba sta portando in giro per il mondo Rap guide to climate chaos: il suo ultimo spettacolo, che affronta tematiche politiche, economiche e scientifiche legate al riscaldamento globale, ha debuttato qualche settimana fa al Soho Playhouse di New York – dove vi rimarrà fino al 24 aprile.

Electric cars powered by the sun, the future has arrived!Baba Brinkman’s “Rap Guide to Climate Chaos” is a genius,…

Pubblicato da SoHo Playhouse su Sabato 26 marzo 2016

Brinkmann si è laureato in letteratura inglese presso la Simon Fraser University, ha frequentato il master in letteratura comparata dell’Università di Victoria e si è dedicato allo studio dell’evoluzione umana, specializzandosi in primatologia (scienza che studia i primati) con la ricercatrice Biruté Galdikas, una tra le più importanti scienziate del Novecento.

Un ricercatore, dunque. Ma fra i tanti interessi di Baba Brinkman c’è anche la musica. Per questo, a un certo punto del suo percorso di studi, ha deciso di unire la letteratura inglese all’hip hop in una tesi che comparava le moderne freestyle battle con i racconti di Geoffrey Chaucer, The Canterbury Tales.

Quello che ne è nato è stato il suo primo show The Rap Canterbury Tales, che proponeva i racconti di Canterbury in chiave hip hop per un pubblico moderno e decisamente giovane. Lo spettacolo ha debuttato nel 2004 al Fringe Festival di Edimburgo – il festival delle arti più grande al mondo – e l’anno successivo è stato sponsorizzato dall’Università di Cambridge per essere portato in tour nelle scuole secondarie britanniche.

Brinkman sperimenta questo nuovo formato di hip hop live, declinandolo su vari altri pilastri della letteratura inglese, come l’epopea di Gilgamesh di Beowulf e altri racconti di Chaucer: sono i suoi Rapconteur e il suo stile è il Lit Hop – che è anche il titolo del suo album solista, uscito nel 2006.

Baba Brinkman
Baba Brinkman

Nel 2008, Brinkman è stato incaricato dal professor e microbiologo Mark Pallen di scrivere un nuovo spettacolo sull’evoluzione: per la prima volta in questa occasione il rapper si occupa di scienza, partecipa al Festival della Scienza di Seattle e ne condivide il palco con personalità come il paleontologo Jack Horner – anche consulente scientifico per il film Jurassic Park – e il fisico britannico Stephen Hawking.

Il mondo non sta affrontando una transizione fluida verso scenari roventi. Stiamo assistendo alla distruzione del nostro pianeta come lo conosciamo; questo è il caos climatico.

Baba Brikman

Rap guide to climate chaos è stato finanziato grazie al crowdfunding della piattaforma Indiegogo, dove ha raggiunto il gol di diecimila dollari in poche settimane. Ha debuttato alla scorsa edizione del Fringe, ma soprattutto Brinkman lo ha portato alla Cop 21, la conferenza mondiale sul clima che si è svolta a Parigi lo scorso dicembre.

La Coalition for rainforest nations – la coalizione dei Paesi con foreste tropicali – ha invitato il rapper alla conferenza di Parigi per rendere meno noiosi con i suoi versi freestyle i negoziati su tematiche particolarmente ostiche come la questione dei crediti di carbonio nell’industria aeronautica.

Baba ha dichiarato:

È stato fantastico partecipare ai negoziati: la sensazione di essere parte della storia è stata emozionante. Ma va anche detto che i negoziati, talvolta, possono risultare molto noiosi. Questo è probabilmente uno dei motivi per cui la risposta alle mie prestazioni è stata piuttosto entusiasta! Invece che per un singolo spettacolo, sono stato invitato ad esibirsi a più eventi, per un pubblico che di solito non si aspettava le mie rime, e questo è stato molto divertente.

Immagine di copertina by: Greg Edwards

Articoli correlati